Fabio Rizzari

Giornalista professionista specializzato da un quarto di secolo nella critica enologica. Ha lavorato come esperto di vino presso le principali case editrici del settore, da Veronelli Editore al Gambero Rosso. Dal 2003 al 2015 ha curato, insieme a Ernesto Gentili, la guida I Vini d’Italia dell’Espresso.

Tutti i post di Fabio Rizzari

Una bottiglia, tre età

Una bottiglia, tre età

“Ascolto” di un grande vino durato vent’anni.

11 mar 2020
Daniel Thomases e la progressiva scomparsa della vecchia guardia

Daniel Thomases e la progressiva scomparsa della vecchia guardia

La morte di un vecchio critico enologico statunitense induce a riflessioni poco incoraggianti.

03 mar 2020
10,5

10,5

A parte l’orrore dei vini de-alcolizzati, esistono vini a bassa gradazione degni di grande attenzione.

28 feb 2020
Il vino raro

Il vino raro

Ci sono vini rari che i collezionisti si strappano dalle mani e vini rari che nessuno o quasi beve.

26 feb 2020
Un clima elettrico

Un clima elettrico

I campi elettromagnetici danneggiano il vino?

21 feb 2020
Incontro con un grande rosso di Borgogna e con la sua artefice

Incontro con un grande rosso di Borgogna e con la sua artefice

Resoconto di un seminario di assaggio con Cecile Tremblay e il suo stilizzato Vosne-Romanée Les Beaumonts.

19 feb 2020
Castagno, Gravina, Rizzari e il sistema deduttivo in degustazione

Castagno, Gravina, Rizzari e il sistema deduttivo in degustazione

Una classica tavolata tra amici, con tanto di sessione di assaggio a bottiglie coperte.

14 feb 2020
Un bel viaggio nel nulla

Un bel viaggio nel nulla

Cos’è innovazione? Cos’è tradizione? Più che filosofeggiando lo si capisce bevendo.

12 feb 2020
Elenco provvisorio e incompleto dei gesti inutili

Elenco provvisorio e incompleto dei gesti inutili

Nella degustazione del vino quali gesti sono davvero efficaci, e quali invece rituali e vuoti?

07 feb 2020
Il Santa Maddalena e la differenza tra vecchi informi e vecchi in forma

Il Santa Maddalena e la differenza tra vecchi informi e vecchi in forma

Uno dei rossi altoatesini più classici in un compleanno a cifra tonda.

05 feb 2020
I padri fondatori la chiamavano souplesse

I padri fondatori la chiamavano souplesse

Oggi chi usa più un sostantivo così desueto? Eppure non è solo un termine tecnico francese, ma racchiude un mondo.

31 gen 2020
Il Pinot Noir degli ignoranti

Il Pinot Noir degli ignoranti

Non c’è solo la Borgogna, quando si tratta di ottimi rossi dalle caratteriali uve pinot nero.

29 gen 2020
L’energia tellurica dei rossi carsolini

L’energia tellurica dei rossi carsolini

Il Terrano è l’estremo sensoriale opposto dei rossi molli e stucchevoli.

24 gen 2020
L’arte anglosassone di fare grandi rossi chiantigiani

L’arte anglosassone di fare grandi rossi chiantigiani

Da tre decenni Sean O’Callaghan firma rossi ispirati e veraci nel Chianti Classico.

22 gen 2020
Uno Studio di Chopin (il produttore di vino)

Uno Studio di Chopin (il produttore di vino)

Un Borgogna poco o per nulla conosciuto letto come un’opera musicale.

17 gen 2020