Castagno, Gravina, Rizzari e il sistema deduttivo in degustazione

Oggi è San Valentino, il patrono di tutti gli enofili che si prendono il debito tempo tra un assaggio e l’altro durante le degustazioni comparate. È il giorno dedicato agli innamorati del vino, che si scambiano doni (cavatappi...[leggi]

14 feb 2020 0

Un bel viaggio nel nulla

L’estate scorsa ho attraversato la penisola coast to coast, andando dal Cilento al Salento. In omaggio ai due estremi del percorso ho viaggiato in modo lento, con diverse tappe intermedie. Una delle soste più singolari è stata ad...[leggi]

12 feb 2020 0

Elenco provvisorio e incompleto dei gesti inutili

Siamo nel 2020, se non sbaglio: quindi lontani decenni dal mondo di divieti, prescrizioni dogmatiche, norme invalicabili che chiudevano il consumo del vino in una camicia di forza.Eppure qualcosa di quel mondo ingessato...[leggi]

07 feb 2020 4

Il Santa Maddalena e la differenza tra vecchi informi e vecchi in forma

Ci siamo. Ancora pochi giorni ed entrerò ufficialmente nella terza età. Ne sono felice: potrò accedere a numerosi vantaggi – la carta argento di Trenitalia, il posto per anziani in autobus – e potrò dare un ulteriore impulso al...[leggi]

05 feb 2020 0

I padri fondatori la chiamavano souplesse

La nostra memoria storica è stata prosciugata da decenni di sistematico impoverimento delle più elementari capacità di interpretazione della realtà. Incapaci di ricostruire da dove veniamo e in quale direzione ci muoviamo, non...[leggi]

31 gen 2020 0

Il Pinot Noir degli ignoranti

La potente sentenza socratica “so di non sapere” è ormai ridotta a citazione da salotto, usata per dimostrare una modestia personale di solito falsa come una moneta da tre euro. È anche il mio caso: prima affermo che so di non...[leggi]

29 gen 2020 0

L’energia tellurica dei rossi carsolini

Sono molto scarso nei vini del Carso, non è solo un gioco di parole ma un dato di fatto. Tuttavia mi ritrovo ciclicamente a esser stupito per la qualità e l’originalità delle bottiglie carsoline che mi transitano in modo casuale...[leggi]

24 gen 2020 0

L’arte anglosassone di fare grandi rossi chiantigiani

Ho seguito le vicende legate alla spiacevole defenestrazione dell’acuto enologo Sean O’Callaghan dall’azienda chiantigiana Riecine con stupore misto ad amarezza. Dopo 26 anni di lavoro durante i quali Sean ha contribuito in...[leggi]

22 gen 2020 0

Uno Studio di Chopin (il produttore di vino)

Scriverei di un produttore che si chiama Chopin anche se i suoi vini facessero vomitare un cammello. E non è certo il caso di oggi. Per diversi anni ho studiato musicologia, centrando la mia attenzione sul repertorio...[leggi]

17 gen 2020 0

Il Grasparossa estivo della gioventù

Da giovane per molte estati attraversavo con amici l’Italia da Roma fino alle montagne dell’Alto Adige. E non le prime montagne venendo da sud, dalla piana rotaliana: le montagne più remote, quelle che si incuneano in pieno nel...[leggi]

15 gen 2020 0