Ovada, non un Dolcetto come gli altri

Del complesso vino che fanno a Ovada mi sono formato un’idea superficiale, basata su una singola, remota visita in zona (1999). I pochi assaggi successivi non sono certo probanti né tantomeno in grado di farmi ricostruire...[leggi]

24 mag 2017 0

Misteriose Schiave dall’Alto Adige

Il lavoro per realizzare la nuova edizione di Vini da Scoprire è nelle fasi più intense. Armando, Giampaolo e io alterniamo sopralluoghi e visite presso i vignaioli a degustazioni di campioni che provengono da tutta l’Italia. Gli...[leggi]

19 mag 2017 0

Un raro vino/vitigno torna all’attenzione degli enofili grazie a una nuova monografia

L’antica torre di Oriolo, in Romagna, ispira slanci poetici potenzialmente pericolosi per il lettore di un semplice blog. Per sfuggire il ridicolo basta andare sull’usato sicuro, sul repertorio dei poeti regionali. La scelta è...[leggi]

17 mag 2017 0

Un frizzante rabbioso e gentile in terra veneta

Quelli della FIVI* si dicono fieri di essere indipendenti da parecchie cose: a cominciare dalla gabbia normativa delle denominazioni e relative commissioni di assaggio. I cui responsabili si fanno non di rado un punto di onore a...[leggi]

12 mag 2017 0

Un nuovo libro dedicato al Lambrusco

È stato appena stampato un nuovo libro dedicato al più illustre tra i vini frizzanti italici, Tutti lo chiamano Lambrusco. L’albero genealogico dell’opera – il cui unico limite sta in tutta evidenza nella scelta del...[leggi]

10 mag 2017 0

Le Macchiole: assaggio delle nuove annate

Sono tornato a Le Macchiole, classica firma del vino bolgherese, a soli 29 anni dall’ultima visita. Un intervallo di tempo per me consueto, dato che di solito misuro i progressi di un’azienda su scala trentennale. Dopo tanti anni...[leggi]

05 mag 2017 0

Enologia e frattali: la meccanica del vino nuovo

Ho scritto vino nuovo, ma meglio farei a dire vino e basta, dato che sempre più produttori tornano a un’idea di semplicità costruttiva che è plurimillenaria. Eppure questa semplicità, a lungo dimenticata, risulta oggi...[leggi]

03 mag 2017 0

Mito, storia, qualità, forza evocativa: quando in un vino c’è più o meno tutto

Nel mondo delle etichette esistono quattro livelli di felicità espressiva: il livello di base, per così dire neutro, dove il vino porta solo la sua burocratica denominazione; il livello dei nomi di fantasia innocui,...[leggi]

28 apr 2017 0

Vini da scoprire, una nuova edizione

Si può firmare un libro a sei mani? Certo, e anzi si può arrivare fino a otto: come diceva Totò in Un turco napoletano, “figlia mia, io sono ottomano, tu di mani ne vedi due ma io ce ne ho altre sei”. Incoraggiati da questa...[leggi]

25 apr 2017 2

Un vino per dimenticare (ma volendo per ricordare)

Cos’è il vino, in fondo? È un apostrofo rosa (o rosso, o bianco) tra le parole mi dimentico. Gli ottimisti direbbero: tra le parole mi ricordo. Ma bere per dimenticare è di gran lunga l’attività alcolica più antica dell’umanità....[leggi]

21 apr 2017 0