SOTTOPIATTO Cibi & Ricette

Semplice non vuol dire banale: arrosto di pollo ripieno di spinaci

di Angela Simonelli 30 apr 2020 0

Una ricetta classica e gustosa per riscoprire il piacere autentico della cucina casalinga.

Foto di Angela Simonelli

Mi sono accorta che, in questo periodo passato a casa per tanto tempo, le “cose semplici” hanno cominciato a diventare importanti, talvolta indispensabili per dare normalità alla nostra quotidianità, così stravolta e pesante da sostenere.

Ma noi esseri umani abbiamo quella innata consuetudine di abituarci a tutto e per questo abbiamo inizialmente archiviato con fatica aperitivi, riunioni in ufficio, gite fuori porta, lunghe sessioni in palestra e giretti al centro commerciale, per poi riscoprire il piacere di stare seduti sul divano a sorseggiare un vino rosso che, prima della quarantena, avremmo bevuto solo a tavola, magari per accompagnare un pasto frugale.

È come se avessimo rimesso tutto in discussione, anche le priorità, e per questo la corsa alle stranezze, alle novità, alle materie prime provenienti dall’estero e il lusso ostentato hanno repentinamente lasciato spazio a cose più modeste, dimesse e familiari.

Questo però non significa, a mio avviso, che ci siamo lasciati troppo andare, che non riusciamo più a distinguere il buono e il bello a tavola, che ci accontentiamo perché non possiamo fare diversamente; anzi, tutto questo ha un senso più profondo.

Forse non abbiamo più bisogno di esibirci, postare sui social i piatti che mangiamo al ristorante, mostrare e dimostrare che per questo valiamo.

E poi i nostri palati hanno riscoperto il piacere della cucina casalinga, quella che non ci concedevamo quasi più perché sempre di corsa, schiavi del take away e dei ristoranti all you can eat.

Dei piatti semplici, tradizionali, fatti di ingredienti facili da preparare quando sulla tavola, accanto alle ciotole e alle padelle, c’è un buon libro di cucina da consultare che possibilmente spieghi quei piccoli importanti dettagli per realizzare un arrosto di pollo ripieno di spinaci da leccarsi i baffi. Spero che questa abitudine, di cucinare per noi stessi e la nostra famiglia con cura e calma, rimanga e si consolidi nel tempo in modo da recuperare quelle ricette bistrattate per troppo tempo e che invece raccontano la storia dei nostri territori, delle nostre città e delle nostre famiglie.

Arrosto di pollo ripieno di spinaci con patate lesse

Foto di Angela Simonelli

Ingredienti per 6-8 persone:

1 kg di fette di petto di pollo
150 g di pancetta a fette sottili
100 g petto di pollo
35 g albume (circa 1)
25 g panna fresca
90 g spinacini freschi
1 spicchio d’aglio
8 patate con la buccia di medie dimensioni
sale
pepe
olio evo

Procedimento

1. Portate al bollore dell’acqua in una pentola aggiungendo un po’ di sale.
2. Immergete le patate e poi fatele cuocere fin quando forandole con la forchetta risulteranno morbide.
3. Scolatele, lasciatele intiepidire e poi spelatele con l’aiuto di un coltello.
4. Infine tagliatele e fette, conditele con poco olio e sale e mettetele da parte.
5. Versate un po’ d’olio in una padella e poi aggiungete un aglio in camicia e fatelo imbiondire senza bruciarlo.
6. Aggiungete gli spinacini freschi e saltateli per due minuti in padella in modo che si cuociano.
7. Versate in un frullatore i pezzi di petto di pollo con l’albume, la panna e gli spinacini cotti e poi attivate le lame.
8. Dovrete formare un impasto appiccicoso, dall’aspetto compatto, che in cucina si chiama “colla”.
9. Stendete un foglio di pellicola alimentare sulla tavola e poi formate una sorta di rettangolo di circa 30 x 20 cm con le fette di pancetta, in modo che non restino degli spazi vuoti tra una e l’altra.

Foto di Angela Simonelli

10. Sovrapponete le fette di pollo con la stessa modalità poi stendete sopra un foglio di pellicola e con un batticarne appiattite le carni in modo che si compattino.
11. Rimuovete la pellicola sopra i filetti, salate e pepate leggermente, e poi spalmate sopra l’impasto con gli spinacini, lasciando libero 1 cm lungo tutto il bordo del rettangolo.
12. Con l’aiuto della pellicola cominciate ad arrotolare l’arrosto sul lato lungo.
13. Serrate bene e poi formate una caramella con la pellicola in eccesso sui due lati.
Rivestite tutto con ulteriore pellicola in modo da sigillare la carne all’interno e poi fatela cuocere per una decina di minuti in una pentola, abbastanza grande per contenere il rotolo, con acqua bollente.
14. Passato questo tempo togliete la pellicola delicatamente in modo che l’arrosto non si apra e poi fatelo rosolare in padella a fuoco vivo su tutti i lati.
15. Infine proseguite la cottura e cuocetelo per altri 20 minuti a fuoco basso, ruotandolo talvolta.
16. Una volta pronto levatelo dal tegame e fatelo raffreddare completamente prima di tagliarlo a fette, per evitare di disfarlo come succederebbe se lo faceste a caldo.
17. Disponete le patate sopra un piatto piano come a formare un letto.
18. Adagiate sopra alcune fette di arrosto di pollo ripieno e poi condite con il sugo che si è formato durante la cottura.

L’arrosto si conserva in frigorifero in un contenitore con il coperchio per 3 giorni e potete scaldarlo al microonde per gustarlo ogni volta caldo.

Foto di Angela Simonelli
COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti