SOTTOPIATTO Cibi & Ricette

San Valentino: 3 cocktail che risvegliano l’amore

di Camilla Micheletti 13 feb 2020 0

Nel giorno più romantico dell’anno è molto importante partire sempre dall’aperitivo.

Che si tratti di una cenetta romantica a lume di candela preparata per la vostra metà, oppure di un menu gourmet nel ristorante più in voga del momento, il giorno di San Valentino è una di quelle occasioni in cui non si può fare a meno dell’aperitivo.

Negli ultimi anni molti bartender hanno intercettato questa tendenza e si sono adeguati lanciando drink list dedicate al giorno degli innamorati.

In genere le proposte consistono in twist (variazioni in gergo tecnico) di grandi classici, con l’aggiunta di liquori o infusi di frutta, che possono dare una piacevole colorazione rosata al drink o aggiungere sentori inusuali e interessanti. Un’occasione per assaggiare qualcosa di nuovo e perché no, scoprire vere e proprie chicche. 

Ecco di seguito 3 cocktail per festeggiare al meglio San Valentino.


Cranberry Gin Spritz

Quando lo spritz diventa uno dei cocktail più consumati al mondo come si fa a ravvivare e rendere più romantica la sua naturale freschezza? Aggiungendoci il gin! È quanto hanno pensato i distributori Pellegrini S.p.A, che per San Valentino hanno ideato il Cranberry Gin Spritz, a base di Koval Cranberry Gin Liqueur, un liquore prodotto da una delle distillerie più interessanti degli USA. Il liquore viene realizzato con materie prime provenienti da coltivatori locali e biologici del Midwest. Il mix accattivante di sapori fruttati e freschi, insieme alle 13 botaniche del Koval Gin, rende questa bevanda perfetta per accompagnare lo spumante in una versione non convenzionale dello spritz, piacevolmente colorata di rosa.

Ingredienti

90 ml di spumante
60 ml di Koval Cranberry Gin Liqueur
30 ml di soda
Cubetti di ghiaccio
Scorza di limone

Preparazione

Unisci lo spumante al Koval Cranberry Gin Liqueur.
Aggiungi la soda.
Agita bene.
Versa il tutto in un bicchiere precedentemente riempito con qualche cubetto di ghiaccio. Guarnisci con un po’ di scorza di limone.

Cranberry Gin Spritz

Juliet & Romeo cocktail

Quando il bartender Toby Maloney decise di aprire The Violet Hour, uno dei primi cocktail bar contemporanei di Chicago, lo fece con l’idea di creare un cocktail a base gin che sarebbe potuto piacere anche a chi il gin proprio non riusciva a buttarlo giù. Il risultato fu il Juliet &mRomeo, un mix di gin, succo di lime, cetriolo, zucchero, menta, sale e acqua di rose. “Volevo che l’aroma ricordasse una passeggiata in un giardino inglese” afferma Maloney. Il suo piano riuscì: negli ultimi 12 anni il drink è rimasto nella lista dei top sellers, mentre nel 2009 il bar ne ha venduti una media di 20 al giorno, e altri cocktail bar l’hanno seguito a ruota. Il giorno in cui il cocktail è più ordinato in assoluto? San Valentino naturalmente!

Ingredienti

50 ml London dry gin, preferibilmente Beefeater
20 ml succo di lime
20 ml sciroppo di zucchero
3 fette di cetriolo
1 ciuffo di menta
1 pizzico di sale

Guarnizione

foglia di menta
1 goccia di acqua di rose
3 gocce di Angostura

Preparazione

Mescola il cetriolo e il sale in un barattolo e lascia marinare.
Aggiungi i restanti ingredienti e shakera con il ghiaccio.
Versa in una coppa ghiacciata.
Guarnisci con una foglia di menta, una goccia di acqua di rose sulle foglie di menta e tre gocce di Angostura.

Juliet & Romeo

Marcello, come here!

Il bartender Carmelo Buda, proprietario di Oliva.co Cocktail Society di Catania, si è lasciato ispirare al film La dolce vita di Federico Fellini, e ha dedicato questo cocktail a una Roma degli anni Sessanta tutta da vivere, dove regna l’armonia e il piacere di godersi i caldi pomeriggi primaverili, seduti nei caffè con le persone che si amano. Il barman si ispira al film, ammaliato da tanta bellezza e passione in una pellicola in bianco e nero, qualcosa che ci ha reso unici nel mondo per la sua semplicità, oltre le mode, oltre il tempo. Il drink si ispira nello specifico a Sylvia (Anita Ekberg) con un twist di uno dei cocktail più eleganti conosciuti, il White Lady, servito on the rocks. Qui la freschezza degli agrumi rispecchiano la compianta attrice svedese, dal sapore magico e intrigante.

Ingredienti

40 ml VII Hills Italian Dry Gin
35 ml cordiale di mandarino chiarificato
25 ml soluzione citrica di Verdello
1 barspoon di Chartreau

Guarnizione

bucce di mandarino essiccate

Preparazione

Versare gli ingredienti in uno shaker, quindi shakerare per 20 secondi e versare all'interno di un bicchiere Old Fashioned precedentemente decorato con un rimmel di bucce al mandarino essiccate, aggiungere un cubo di ghiaccio e servire.

Marcello, come here!
COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti