Coltivare il vino come un’amicizia

Le amicizie, si sa, vanno coltivate. Sono come piantine di basilico, occorre innaffiarle spesso, pulirle dalle foglie ingiallite, stare attenti che abbiano abbastanza luce. Un buon vino è un caro amico che attende, con pazienza...[leggi]

26 ott 2018 0

Quando la nebbia comincia a diradarsi

A noi enofili il vino piace non perché piace e basta, ma perché non di rado ci sorprende. Prendiamo i Colli Piacentini. Dopo vari decenni nel settore, posso dire senza tema di smentita di essere uno dei maggiori - anzi, per dirla...[leggi]

12 ott 2018 0

Restare con i piedi (franchi) per terra

Da un piede franco e da una mano vera non può che nascere un vino sincero. È più che un gioco di parole: è un’evidenza, che ritrovo bevendo vini ai quattro, ai cinque angoli del pianeta. Negli ultimi tempi questa verità, che per...[leggi]

10 ott 2018 0

Il vino che viaggia e il vino che non viaggia

“Una cosa so sul vino: più lo muovete, più lo massacrate”François Coche Dury“In un mondo ideale i vini dovrebbero essere bevuti sempre e solo nel loro luogo di nascita”Pascal Ribéreau-GayonNella sua quasi infinita varietà di...[leggi]

11 set 2018 0

La scomparsa di Beppe Rinaldi

Beppe Rinaldi detto Citrico, vignaiolo tra i più esemplari d’Italia, è morto. Tutto il mondo del vino ricorda, come è giusto, la sua storia, e celebra la sua opera. Le sue qualità umane, la peculiarità del carattere, le...[leggi]

05 set 2018 1

Andare sul classico

Una delle peculiari attitudini dell’appassionato di vini è di cercare a tutti i costi le novità. In un atteggiamento che può rasentare l’ansia dello scopritore di terre incognite, una sorta di Magellano “sempre in attesa della...[leggi]

31 ago 2018 2

Attenzione agli scaffali! Dovunque, scrutate gli scaffali!

Il leggendario La cosa da un altro mondo, del 1951, è un film guidato da una logica narrativa cristallina. L’unico dubbio che lascia allo spettatore è sulla pronuncia del cognome del regista, Christian Nyby: si dirà nàibi? nìbai?...[leggi]

24 ago 2018 4

L’ora, l’orologio verde, il vino di Oriolo

Certi giorni sono attraversati da improvvisi e ripetuti lampi analogici. La mattina leggi in un libro la storia di una nonna russa, poi a mezzogiorno un tuo amico ti parla di sua nonna, poi al supermercato trovi in offerta la...[leggi]

17 ago 2018 0

Contro il parere dei più

Le storie dei santi non mi appassionano, ogni volta che ho l'impulso di scrivere su un defunto resisto, mi pare che pure le considerazioni più antiretoriche suonino stonate, fuori luogo. Faccio spesso delle eccezioni, come si...[leggi]

15 ago 2018 0

Le verità scomode della moda

AvvertenzaPost ad alta concentrazione di citazioni. Leggere con cautela. Uso esterno. Nonostante la pervicace abitudine dell’enomaniaco di considerarsi al centro delle vicende vinose, la recente canizza suscitata dal post di...[leggi]

10 ago 2018 5