IN COLLABORAZIONE CON ASSOBIRRA

I perché di un abbinamento: 4 formaggi e Ale

di Gabriele Rosso 23 dic 2014 0

Una birra più morbida o più luppolata? Dipende dai formaggi presenti sulla pizza.

Foto di cristi lucaci/Fotolia

Sceglierne quattro potrebbe anche diventare una “missione impossibile”. Stiamo parlando dei formaggi, ovviamente, di quelli da individuare per farcire la nostra pizza ai quattro formaggi. Il panorama caseario italiano, infatti, è quanto di più vasto, ricco ed eterogeneo si possa immaginare, tra produzioni tradizionali, Dop, Igp, Presìdi Slow Food, e chi più ne ha più ne metta. Motivo per cui le varianti possibili di una buona pizza ai quattro formaggi sono potenzialmente infinite

• La 4 formaggi classica

Ciò nondimeno possiamo semplificarci la vita optando per la sua versione più classica: se vogliamo esaltare al meglio la bontà degli ingredienti dovremo evitare di usare il pomodoro e farcirla con fior di latte fresco, gorgonzola, fontina valdostana e parmigiano reggiano. Quattro elementi che vanno a costituire un perfetto equilibrio tra tendenza dolce della mozzarella, pungenza del gorgonzola, aromaticità della fontina e sapidità del parmigiano. 


Ma, come dicevamo, le possibili combinazioni sono davvero tante. D'altronde la pizza ai quattro formaggi, che è una delle più amate proprio perché frutto del matrimonio tra due dei più grandi punti di forza della nostra gastronomia, concede al pizzaiolo di turno una certa libertà d'iniziativa: basta sbizzarrirsi nella scelta degli ingredienti e il gioco è fatto, tra provole affumicate, erborinati, formaggi d'alpeggio, prodotti a base di latte di pecora o di capra

• L'abbinamento con la birra 

Una volta trovata la giusta sintesi tra i quattro protagonisti della nostra pizza, non ci resta che cercare l'abbinamento ideale con la birra. Considerato che i formaggi sono quattro bisogna fare un po' più di attenzione nel valutare per bene tutte le componenti gustative. In linea di massima, a ogni modo, sarà consigliabile scegliere una Ale, birra ad alta fermentazione di tradizione belga e britannica.  


Se i formaggi sulla pizza si distingueranno per sapori più spiccati sarà opportuno virare su una Belgian Ale, in cui prevale la sensazione di morbidezza e di dolcezza data dai malti, e che permetterà di stemperare qualche durezza (sapidità, piccantezza) del cibo. Se invece prevarranno formaggi più freschi e delicati, sarà consigliabile scegliere un'India Pale Ale (IPA), birra di origine britannica che si caratterizza per una luppolatura decisa e sensazioni di amaro più spinte. E che ci fa fare un breve viaggio nella storia di questa bevanda, raccontandoci di una ricetta nata per sopportare lunghi viaggi: per dissetare i sudditi che vivevano in India a inizio Ottocento si iniziò infatti a fare un impiego più marcato del luppolo, che contiene sostanze acide antiossidanti. E fu subito IPA...

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti