Metodi di cottura

Cuocere il pesce: la cottura al cartoccio

30 giu 2014 0

Una cottura ad alta temperatura che protegge la polpa del pesce.

Foto di Archivio Slow Food / Barbara Torresan

È una cottura da realizzare ad alta temperatura, nella quale il cartoccio protegge la polpa del pesce che viene sempre cucinato in tranci, medaglioni o scaloppe. Di norma al pesce si aggiungono erbe aromatiche e verdure (quelle più dure devono essere preventivamente sbollentate o saltate in padella, dal momento che il tempo di cottura del pesce è piuttosto breve).

Il cartoccio può essere realizzato con carta da forno o con fogli di alluminio, nel secondo caso il pacchetto viene chiuso in altro modo, ma sempre ermeticamente: risulterà meno elegante e sarà un po’ più difficile capire quando il pesce sarà cotto. 

1. Ripiegate a metà un foglio quadrato di carta da forno, tagliatelo a forma di mezzo cuore e cominciate a chiudere l’involucro fino a metà. 


2. Riempitelo con le verdure, sulle quali adagerete il pesce, salato e pepato (nella fattispecie una scaloppa di rombo). Condite con un filo di olio e aggiungete erbe aromatiche a piacere. 

3. Ripiegate il foglio tutto intorno al bordo, quindi ponete il cartoccio in forno preriscaldato a 200 °C. 



4. Dopo 5-7 minuti, quando il cartoccio diverrà dorato e rigonfio, sfornate. Il cartoccio può essere servito aperto ma anche chiuso, in modo che ciascun commensale lo apra da sé. 

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti