Preparazioni

Baci di dama

22 dic 2014 0

Piccole dolcezze della tradizione piemontese.

Nel vasto repertorio della tradizione regionale italiana esistono tante versioni di una sola ricetta, perché ogni famiglia ne custodisce una propria che è stata tramandata di madre in figlia. Altre sono, invece, frutto della tradizione pasticciera e poi entrate nella consuetudine casalinga. 

Le dosi degli ingredienti sono state calcolate per un impiego casalingo, per questo motivo non è possibile specificare l’esatto numero di biscotti che si può ricavare, perché dipende dalla mano dell’esecutore. 

È importante usare sempre prodotti freschi e controllare la data di scadenza. È bene preferire gli aromi naturali, che sono – è vero – un po’ più cari ma rendono in profumo e sono più digeribili. 
Ricordate di posizionare i biscotti sulla teglia distanziati tra loro, perché durante la cottura aumentano di volume e rischiano di attaccarsi uno all’altro o di non crescere bene.

Per la conservazione si devono sempre utilizzare contenitori in vetro o in plastica, puliti e asciutti, che chiudano ermeticamente. Se i biscotti non hanno decorazioni particolari di frutta si conserveranno da una a due settimane in luogo asciutto o in frigorifero. Possono essere anche congelati ma ricordiamo che per essere scongelati correttamente andranno passati in frigorifero. E se i biscotti che abbiamo preparato durano più di una settimana, chiediamoci se erano buoni!

Tempo di preparazione e cottura: 45 minuti

Ingredienti
- mezzo chilo di farina di grano tenero tipo 00
- mezzo chilo di zucchero semolato
- 2 etti e mezzo di cioccolato fondente (56% cacao)
- 3 etti di mandorle pelate
- 4 etti di nocciole 
sgusciate e pelate
- mezzo chilo di burro
- 0,5 g di vanillina

Questa ricetta è della pasticceria Bottaro e Campora di Ovada, in provincia di Alessandria.

1. Tostate nel forno le mandorle e le nocciole e riducetele a granella fine.





2. Mescolate la granella con la farina, lo zucchero e la vanillina così da ottenere un composto granuloso. Incorporate il burro ammorbidito, maneggiando l’impasto solo il necessario ad amalgamare gli ingredienti.

3. Con le mani formate palline della dimensione di una ciliegia e allineatele su una placca, distanziandole leggermente. Riscaldate il forno a 170 °C e cuocete per 15-18 minuti, cercando di fare fuoriuscire il vapore interno del forno aprendo e chiudendolo sportello un paio di volte, in modo che l’impasto risulti croccante e friabile. Una volta sfornati, lasciate raffreddare e staccateli dalla placca.

4. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente e, quando sarà diventato una crema liquida, spalmatene uno strato sul lato piatto di un dolcetto unendolo a un altro (accoppiateli scegliendo i più simili e, se hanno problemi di equilibrio, sistemateli in pirottini). La crema di cioccolato, raffreddandosi, li terrà insieme, creando la caratteristica forma a semisfere sovrapposte.

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti