Metodi di cottura

Arrostire nel forno o allo spiedo la carne bovina

17 nov 2014 4

Realizzabile in forno ventilato.

Foto di Archivio Giunti / Barbara Torresan

E' una modalità di cottura a calore secco, il taglio dev’essere posato su una teglia bassa e senza coperchio per non incorrere nel calore umido. Se il forno è ventilato e si mette il taglio su una griglia, l’effetto è identico a quello ottenuto con lo spiedo.

Per realizzare questa cottura bisogna porre il petto già preparato sopra la griglia del forno ventilato, preriscaldato a 200-220 °C. Spennellarlo e lasciarlo ben rosolare da tutte le parti senza girarlo (foto in alto).

Quando il petto sarà ben rosolato, infilare la sonda e portare la temperatura a 121 °C o meno, attendendo il raggiungimento della temperatura desiderata al cuore.
Togliete, quindi, il petto dal forno, copritelo con un foglio di alluminio e attendere 20 minuti prima di affettarlo (foto sotto).

COMMENTI (4) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

stelio
2 maggio 2015 13:20 tempi di cottura????
Redazione Piattoforte
4 maggio 2015 17:52 Gentile Stelio, più che di tempi sarebbe corretto parlare di temperatura al cuore, come si fa in questo post. Una volta raggiunta la temperatura consigliata (o quella desiderata), è ora di spegnere il forno.
Giovanni
26 agosto 2015 23:43 Si ma quale sarebbe la temperatura al cuore? Di certo non 121 gradi. A meno di non volere un blocco di carne secca. Io mi sono sempre fermato a circa 65 gradi. Che poi arrivano a 70 circa una volta uscito, nei 5 minuti successivi.
Redazione Piattoforte
29 agosto 2015 18:01 120° è la temperatura del forno.