Zuppa di zucchine all’uovo

Inserimento della valutazione...
di
Minestre e Zuppe Primavera ; Estate
https://player.vimeo.com/video/299890514
Zuppa di zucchine all’uovo
Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Facile
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

500 g di zucchine piccole con il fiore
3 uova bio molto fresche
3 cucchiai colmi di Parmigiano grattugiato
2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
un litro di brodo di carne  oppure  un litro di brodo vegetale
2 spicchi d’aglio
basilico
prezzemolo
sale
pepe
Per completare
4 piccole fette di pane casereccio
olio extravergine d’oliva
Parmigiano grattugiato grosso

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Preparo questa zuppa nella tarda primavera quando arrivano le prime zucchine non di serra. Le scelgo molto piccole e fresche, con il fiore attaccato. Le spunto, le lavo (conservo i fiori) e poi le taglio prima in quattro longitudinalmente e poi a dadini.

Scaldo l’olio in una casseruola e faccio imbiondire leggermente gli spicchi d’aglio spellati e schiacciati, poi li elimino e verso in casseruola le zucchine. Le salo (poco) e le faccio insaporire per qualche minuto nell’olio mescolando quindi aggiungo il brodo, metto il coperchio e faccio cuocere le zucchine, a fuoco dolce, per circa 15 minuti. Nell’ultimo minuto unisco anche i fiori tagliati a listarelle.

Abbrustolisco leggermente le fette di pane, poi le cospargo prima con un filo d’olio e poi con un po’ di Parmigiano, passato dalla grattugia a fori grossi, e le passo per un minuto sotto il grill del forno, fino a quando il formaggio è fuso. Le metto in quattro fondine.

Trito finissimo poco prezzemolo. Rompo le uova in una scodella e le batto con il Parmigiano, il prezzemolo tritato, sale e pepe e qualche foglia di basilico sminuzzata. Quando le zucchine sono pronte, ritiro la casseruola dal fuoco, ci verso il miscuglio di uova e mescolo un po’ con la forchetta fino a quando le uova sono rapprese. Distribuisco subito la zuppa nelle fondine.

Il vino giusto da abbinare

Minestre e Zuppe - Verdure

Se la minestra è povera o del tutto priva di grassi, il vino giusto è un bianco delicato, leggero, poco alcolico: Bianco di Custoza, Bianchello del Metauro, Orvieto. Con il crescere della densità, e della ricchezza in ingredienti grassi (come nel caso di basi di soffritto in olio o burro, con altre materie quali pancetta o speck) si cresce parallelamente in peso e pienezza del vino: bianchi come il Fiano di Avellino o il Timorasso, rosati, o anche rossi leggeri quali la Schiava e il Santa Maddalena altoatesini.

VINI: Alto Adige Santa Maddalena, Bianco di Custoza, Orvieto, Timorasso

(L'indicazione dei vini in abbinamento è per forza di cose generica e privilegia tipologie di facile reperibilità in tutta Italia. Ciò non toglie che per molte ricette tipiche la scelta di vini della stessa regione sia non solo possibile ma addirittura molto raccomandabile.)

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti