Ravioli a vapore con i gamberetti

Inserimento della valutazione...
di
Pasta e Gnocchi Cina
Ravioli a vapore con i gamberetti Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Difficile
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

Per la pasta
180 g di amido di frumento
30 g di amido di mais (Maizena)
180 ml circa di acqua bollente
2 cucchiai d’olio di arachide
Per la farcia
400 g di gamberetti freschi
12 castagne d’acqua in conserva
un pezzo di radice di zenzero
un cipollotto
coriandolo fresco
salsa di soia chiara
olio di sesamo (da semi tostati)
vino di riso
sale
pepe bianco in grani

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Per la farcia, sciacquo i gamberetti e li sguscio, poi li taglio a pezzetti e li raccolgo in una ciotola con le castagne d’acqua a pezzettini. Dopo aver eliminato la scorza, trito finemente lo zenzero e ne unisco un cucchiaio ai gamberetti; unisco anche qualche gambo di coriandolo spezzettato, il cipollotto tritato (anche parte del ciuffo verde), un cucchiaio di vino di riso, uno di salsa di soia, ½ cucchiaino da caffè d’olio di sesamo, una presa di sale e una macinata di pepe. Mescolo bene il tutto e passo la ciotola in frigorifero.

Per la pasta, verso l’amido di frumento in una ciotola e unisco quello di mais, l’olio e, mescolando con la forchetta, l’acqua bollente versandola poco per volta. Rovescio il composto sul tavolo, poco infarinato con l’amido e impasto brevemente, poi raccolgo la pasta a cilindro, la avvolgo con la pellicola e la faccio riposare per 5 minuti (deve essere stesa finché è ancora tiepida).

Taglio il cilindro di pasta a pezzi regolari quanto una grossa noce e li stendo con il mattarello ottenendo dei dischi irregolari spessi circa 3 mm che ritaglio con un tagliapasta da 8 cm. Copro con la pellicola i pezzi di pasta in attesa. Metto un po’ di farcia al centro del disco e chiudo formando delle piegoline.

Per la cottura, sistemo i ravioli nell’apposito cestello con il fondo foderato con un disco di carta forno bucherellato. Li faccio cuocere a vapore per 15 minuti su acqua in leggera ebollizione fino a che la pasta diventa traslucida. Li servo caldissimi. Sono buoni al naturale e anche passati leggermente nella salsa di soia.

I ravioli a vapore fanno parte dei più tipici dim sum.

Il vino giusto da abbinare

Piatti esotici

Come è facilmente comprensibile, si tratta di un oceano di ricette, stili, tradizioni geografiche diverse e molto differenti tra loro. Le accomunano tuttavia, con tutti i rischi delle generalizzazioni spinte, due elementi centrali: la presenza di spezie più o meno piccanti e una quota più o meno accentuata di note agrodolci. Con piatti simili è dimostrato da tempo quanto sia felice l’abbinamento con vini aromatici e dalla misurata presenza zuccherina: Gewürztraminer o Sauvignon da vendemmia tardiva, Pinot Gris alsaziani, Riesling tedeschi. Per quanto possa suonare strano, con molti di questi piatti un rosso leggero, delicato, poco concentrato e soprattutto poco tannico, si esprime a meraviglia: provate ad esempio con una ricetta creola di carni piccanti un Pinot Nero giovane

VINI: Gewürztraminer, Pinot Gris Alsaziano, Riesling , Sauvignon Vendemmia Tardiva

(L'indicazione dei vini in abbinamento è per forza di cose generica e privilegia tipologie di facile reperibilità in tutta Italia. Ciò non toglie che per molte ricette tipiche la scelta di vini della stessa regione sia non solo possibile ma addirittura molto raccomandabile.)

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti