Pomodori al riso alla romana

Inserimento della valutazione...
di
Riso, Orzo e Polenta; Verdure e Contorni Lazio Estate Senza Glutine
Pomodori al riso alla romana Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Facile
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

8 pomodori maturi e sodi più o meno delle stesse dimensioni
8 cucchiai di riso Arborio (rasi o colmi a seconda delle dimensioni dei pomodori)
3 grosse patate a polpa gialla
olio extravergine d’oliva
un grosso spicchio d’aglio
prezzemolo
basilico
sale
pepe in grani

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Lavo e asciugo i pomodori e taglio a ognuno una calotta, che servirà poi per chiuderli, facendo attenzione a lasciare ogni “coperchio” accanto al suo contenitore. Aiutandomi con un cucchiaino e un coltellino, svuoto completamente i pomodori lasciando intatte le pareti e verso via via il contenuto in una ciotola.

Preparo un trito finissimo con una manciatina di prezzemolo, 7-8 foglie di basilico e lo raccolgo in una terrina con lo spicchio d’aglio grattugiato, il riso e il contenuto dei pomodori passato al passaverdure. Unisco 2 cucchiai d’olio, un cucchiaino da caffè di sale e una generosa macinata di pepe e mescolo bene.

Salo leggermente l’interno dei pomodori e distribuisco il composto di riso, poi copro ogni pomodoro con il proprio coperchio e li pennello leggermente d’olio. Sbuccio le patate e le taglio a spicchi, poi le sciacquo, le asciugo e le verso in una ciotola. Le condisco con due cucchiai d’olio e una spolverata di sale e le mescolo con le mani per distribuire il condimento.

Accomodo i pomodori in una teglia ampia e riempio gli spazi vuoti con le patate. Passo la teglia nel forno precedentemente scaldato a 180° e li faccio cuocere per un’ora. Li servo tiepidi o freddi nello stesso recipiente di cottura.

Per saperne di più

Fai così 
Anche se vi venisse la tentazione, non cercate di mettere più riso all’interno dei pomodori. Durante la cottura infatti il riso assorbe l’umidità sia del passato che dei pomodori e aumenta molto in volume, con la conseguenza che se i pomodori sono troppo pieni si spaccano. Per questa ragione non è possibile dare il peso esatto del riso che va adeguato alla dimensione dei pomodori.

Il vino giusto da abbinare

Piatti a base di verdure

  Gli sformati e più in generale le preparazioni più ricche e complesse, in cui alle verdure vengono affiancati altri ingredienti (pangrattato, formaggi, uova, insaccati) e magari grassi quali burro e olio, chiamano rossi di buona struttura, purché giovani e non troppo tannici: Morellino di Scansano, Santa Maddalena, Monica di Sardegna. Le ricette che prevedono l’aggiunta di aceto e anche zucchero, come la caponata, si sposano meglio a bianchi tenuemente zuccherini, quali in primo luogo quelli da vendemmia tardiva (Verdicchio, Soave); ma è da provare anche l’abbinamento con vini ossidativi come la Vernaccia di Oristano.

VINI: Monica di Sardegna, Morellino di Scansano, Vernaccia di Oristano

(L'indicazione dei vini in abbinamento è per forza di cose generica e privilegia tipologie di facile reperibilità in tutta Italia. Ciò non toglie che per molte ricette tipiche la scelta di vini della stessa regione sia non solo possibile ma addirittura molto raccomandabile.)

COMMENTI (20) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

maria
26 giugno 2014 16:16 il riso lo cuoci o lo metti crudo?
Redazione Piattoforte
26 giugno 2014 18:01 Il riso è crudo. Cuocerà in forno, assorbendo il passato di pomodoro nonché l'umidità rilasciata dai "gusci" dei pomodori.
Franca F
26 giugno 2014 23:02 Io metto anche del parmigiano grattugiato provate!
Laura
27 giugno 2014 09:36 Sono anni che provo questa ricetta,ma nn ci sono mai riuscita a farla,il riso era sempre troppo crudo, ma ogni estate ci riprovo,la mia vicina a Santa Marinella li faceva ed erano una meraviglia, ci riuscirò,un giorno ci riuscirò,almeno lo spero Grazie per la ricetta
Federica
27 giugno 2014 09:51 si anche a me il riso viene crudo, orrido!! perchè?
Federica
27 giugno 2014 10:00 crudo.... lo lascio anche nel sugo dei pomodori un po prima di distribuirlo ma non viene, a fine cottura è crudo...
mirella
27 giugno 2014 10:59 Anche io non sono più riuscita a farli,credo dipenda dalle qualità di riso di oggiu.uando ero piccola mia madre li faceva spesso senza problemi.Lo stesso problema della cottura del rispo lo riscontro anche nella tiella,vent'anni fa non mi succedeva.
Renata
27 giugno 2014 17:02 Il riso rimane crudo se si usa quello per insalate che non scuoce , usate quello per risotto o minestre vedrete sara un successo
laura
28 giugno 2014 21:08 Il riso mai ribe o parboiled, va usato un buon Carnaroli o Arborio.
simonetta
29 giugno 2014 22:07 Il riso viene per forza crudo, non fa in tempo a cuocersi... io lascio il riso a riposo con la polpa, un pò di passata, olio, sale, pepe, basilico,aglio ecc... per tutta la notte. A volte aggiungo anche un pochino di acqua se vedo che è troppo secco. In questo modo il riso si è già ammorbidito e cuoce perfettamente.
rosalba
30 giugno 2014 19:05 Un piccolo segreto......aggiungere vino bianco negli ingredienti mescolare bene e un altro accorgimento per non trovare il riso crudo è aggiungere acqua nella teglia almeno fino a metà dei pomodori,,,ogni tanto mandare con un mestolino il sugo sopra i pomodori per non farli seccare
daniela
30 giugno 2014 20:12 Mia madre mi ha insegnato a cucinarli prima una mezz'ora sul fornello, tanto cacciano tanta acqua e il riso si cuoce, poi nel forno ancora per quindici minuti a 200 gradi. Ottima la calotta bruciacchiata e anche i chicchi di riso caduti dal pomodoro. Fondamentale per mia madre è l'origano (tanto) da unire al riso prima di farcire i pomodori. per il resto tutto uguale.
Emilia
30 giugno 2014 22:09 i pomodori al riso li preparo come la ricetta pubblicata,il riso lo metto con il condimento a macerare per un paio d'ore,ma a differenza di tutti ,i pomodori li cuocio in padella con un coperchio a campana e a fuoco basso per circa due orecosì li faceva mia madre e credetemi sono veramente buoni.
Vittoria
22 luglio 2014 12:34 A me sono venuti ottimi, seguendo la ricetta fedelmente. Importante è usare il riso giusto (indicato tra gli ingredienti) e scegliere i pomodori, grandi, maturi e non sfatti. In famiglia, insieme alla ricetta dell'insalata di bulgur e lenticchie è diventato uno dei piatti di questa estate.
katia
26 giugno 2015 12:26 Usate il parboiled, chicchi piccoli, si cuoce prestissimo e viene buonissimo.
francesco
27 giugno 2015 08:07 E' importante la scelta del riso e la quantità da utilizzare. L'arborio va benissimo, ma io utilizzo il "chicchi grossi" per risotti della Scotti e mi vengono perfetti. Di solito un cucchiaio raso è sufficiente. Lascio il riso, crudo, ad isaporirsi nella salsa per una mezz'oretta e poi riempio i pomodori. La cosa fondamentale per la riuscita della ricetta è che la salsa deve essere abbondante e non il riso, quest'ultimo, come indicato nell'approfondimento, aumenta molto di volume ed oltre al rischio di spaccare i pomodori non si cuoce bene.
MARINA
20 luglio 2015 16:58 PROVATE A TRITARE TUTTI GLI INGREDIENTI IN UN MIXER...AGGIUNGERE UN POCHINO DI SALSA DI POMODORO E 1 CUCCHIAIO DI OLIO METTERE IL TUTTO IN UN PENTOLINO, PORTARE A BOLLORE UNIRE IL RISO E MANDARLO IN COTTURA PER UN 5 MINUTI. LASCIARE RIPOSARE E POI RIEMPIRE I POMODORI... PROCEDERE COME DA RICETTA E.... SENTIRETE LA DIFFERENZA! IL RISO E' COTTO E NON RIMMARA' LA SENSAZIONE DEL RISO CRUDO SOTTO I DENTI!
Giulia
12 agosto 2016 13:10 Grazie per questa ricetta! Mi è riuscita perfettamente pur avendo utilizzato pomodori un po' piccoli, non proprio da riso. Ho cotto per 40 minuti in forno a 200 gradi. Riso (arborio) saporito e cotto al punto giusto, pomodori e patate perfetti.
Mirella
14 giugno 2017 11:57 Mia madre li faceva buonissimi! Lei aggiungeva un pizzichetto di sale anche sui coperchi e diceva che il segreto per farli venire buoni era aggiungere un cucchiaio di conserva (il concentrato di pomodoro in tubetto) nell'impasto.
Luisa
26 settembre 2017 13:53 Appena fatti! Seguendo alla lettera il procedimento Ho usato il riso per minestre e preparazioni da forno ( originario) si è cotto perfettamente