Pollo al curry rosso con riso basmati

Inserimento della valutazione...
di
Piatti unici; Riso, Orzo e Polenta Thailandia Qualsiasi Stagione Senza Glutine
Pollo al curry rosso con riso basmati Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Media
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

250 g di riso Basmati
un pollo piccolo (1,3 kg circa)
un cucchiaio colmo di pasta di curry rosso mild
2 chiodi di garofano
scorza di cannella
5 baccelli di cardamomo
2 stelle di anice stellato
una cipolla media
uno spicchio d’aglio
2 cucchiai d’olio di arachide
200 ml di latte di cocco
brodo di pollo  oppure  brodo di vegetale
peperoncino in polvere
sale

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Fiammeggio il pollo, poi lo divido in ottavi e spunto le ali. Lo lavo e lo asciugo perfettamente con la carta da cucina. Trito la cipolla e lo spicchio d’aglio.

Scaldo l’olio in un tegame a fondo pesante con i chiodi di garofano, i baccelli di cardamomo aperti e 2-3 pezzetti di scorza di cannella (con il calore le spezie sprigionano al meglio il profumo).

Dopo qualche minuto, unisco i pezzi di pollo e li faccio rosolare per 5-6 minuti, a fuoco medio, fino a colorazione uniforme. Li tiro su e metto nel tegame la pasta di curry che faccio rosolare per qualche minuto prima di unire la cipolla e l’aglio. Salo, mescolo e mantengo la fiamma bassa in modo da farla ben appassire senza farle prendere colore.

Rimetto nel tegame i pezzi di pollo e li faccio insaporire per qualche minuto nel fondo speziato. Salo (poco) e spolvero la carne con la polvere di peperoncino (in quantità secondo il gusto e le abitudini). Bagno con 2-3 mestoli di brodo, copro e faccio cuocere dolcemente per una mezz’ora, fino a quando il pollo è tenero.

A questo punto, il brodo sarà parzialmente consumato, aggiungo il latte di cocco, e dopo qualche minuto il pollo è pronto immerso in una salsa abbondante e profumata.

Nel frattempo, ho fatto cuocere il riso che porto in tavola ben caldo insieme al pollo.

Per saperne di più

Cottura del riso Basmati

Metodo 1 (più rapido)
Misuro il riso in una tazza (servirà per calcolare la quantità di acqua necessaria) e poi lo sciacquo cambiando l’acqua più volte, fino a quando diventa limpida. Lo sgocciolo bene e lo verso in una casseruola a fondo pesante. Unisco un po’ meno del doppio del suo volume di acqua fredda e una presa di sale, metto il coperchio e faccio alzare l’ebollizione, poi abbasso la fiamma al minimo, mescolo e lo faccio cuocere per 12 minuti, senza più mescolare, fino a quando ha assorbito tutta l’acqua. Lascio riposare il riso, coperto, per qualche minuto.

Metodo 2
Misuro il riso e lo sciacquo più volte fino a quando l’acqua diventa limpida, poi lo allargo in un panno per asciugarlo perfettamente. Faccio fondere una bella noce di burro chiarificato in una casseruola a fondo pesante, unisco il riso, regolo la fiamma a metà e mescolo continuamente per 2-3 minuti fino a quando il riso diventa lucido. Unisco un po’ meno del doppio del suo volume d’acqua bollente (per non interrompere la cottura), mescolo, metto il coperchio e faccio cuocere con la fiamma al minimo per 12 minuti, fino a completo assorbimento dell’acqua. Lascio riposare il riso, coperto, per qualche minuto.

Il vino giusto da abbinare

Piatti esotici

Come è facilmente comprensibile, si tratta di un oceano di ricette, stili, tradizioni geografiche diverse e molto differenti tra loro. Le accomunano tuttavia, con tutti i rischi delle generalizzazioni spinte, due elementi centrali: la presenza di spezie più o meno piccanti e una quota più o meno accentuata di note agrodolci. Con piatti simili è dimostrato da tempo quanto sia felice l’abbinamento con vini aromatici e dalla misurata presenza zuccherina: Gewürztraminer o Sauvignon da vendemmia tardiva, Pinot Gris alsaziani, Riesling tedeschi. Per quanto possa suonare strano, con molti di questi piatti un rosso leggero, delicato, poco concentrato e soprattutto poco tannico, si esprime a meraviglia: provate ad esempio con una ricetta creola di carni piccanti un Pinot Nero giovane

VINI: Gewürztraminer, Pinot Gris Alsaziano, Riesling , Sauvignon Vendemmia Tardiva

(L'indicazione dei vini in abbinamento è per forza di cose generica e privilegia tipologie di facile reperibilità in tutta Italia. Ciò non toglie che per molte ricette tipiche la scelta di vini della stessa regione sia non solo possibile ma addirittura molto raccomandabile.)

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti