Piadina romagnola senza glutine

Inserimento della valutazione...
di
Antipasti; Fuori pasto; Pane, pizze, focacce e torte salate Emilia-Romagna Qualsiasi Stagione Senza Glutine
Piadina romagnola senza glutine Foto di Gaia Pedrolli
DIFFICOLTÀ: Media
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 10 PERSONE
Come preparare in casa una piadina senza glutine, fragrante e malleabile. Le piadine si servono farcite con tutto quello che più stuzzica la fantasia, dai classici abbinamenti di salumi e formaggi ai più esotici falafel o chili con carne. Attenzione però, per il lungo tempo di riposo in frigorifero, sono da preparare il giorno prima.

INGREDIENTI

500 g di farina per pani e pizze (consiglio: Senz’Altro) **
180 ml di latte
190 ml di acqua
100 g di strutto
15 g di lievito istantaneo per pizze e torte salate *
1 pizzico di bicarbonato di sodio
10 g di sale
farine finissime di riso e di mais finissime per la spianatoia *

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Fate ammorbidire lo strutto fuori dal frigorifero per mezz’ora prima di usarlo.

Nella ciotola dell’impastatrice setacciate la farina e aggiungete il lievito e il bicarbonato. Mescolate il latte con l’acqua, avviate l’impastatrice con la foglia a bassa velocità e versate a filo il liquido.

Quando si è ottenuto un composto omogeneo, unite lo strutto in 3 volte, sempre con l’impastatrice in azione, aspettando ad aggiungere un pezzo quando il precedente è stato ben incorporato.

Impastate per 10 minuti finché il composto è liscio e omogeneo. Fate la palla, mettetela in una ciotola e lasciatela riposare 24 ore sul ripiano più alto del frigorifero.

Il giorno successivo, fate rinvenire l’impasto fuori dal frigorifero per un paio d’ore, quindi mettetelo sulla spianatoia infarinata e modellate 10 palline, lasciandole poi riposare per mezz’ora. Stendetele con il matterello fino a uno spessore di 3 o 4 mm.

Scaldate l’apposito testo per piadine (oppure una padella antiaderente) e cuocete le piadine così come sono pochi minuti per parte, impilandole via via che sono pronte per mantenerle al caldo.

Si possono farcire a piacere: dal classico prosciutto con lo squacquerone ai formaggi e salumi di ogni tipo. Ottimi anche gli abbinamenti più esotici: dal chili con carne ai curry, dalle polpette ai falafel.

Possono essere preparate anche in versione finger food: arrotolate strette e tagliandole trasversalmente a forma di girelle, si possono servire infilzate con uno stecchino.

Gli ingredienti a rischio sono indicati con il simbolo *.
I prodotti sostitutivi, indicati con il simbolo **,sono quelli in commercio equivalenti a quelli contenenti glutine (come pasta o biscotti): fra loro ci sono anche le farine dietoterapeutiche.

Per saperne di più

Questa ricetta è la versione senza glutine della preparazione di Tiziana Molti pubblicata nel blog “L’ombelico di Venere”.

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti