Minestra di riso e verza

Inserimento della valutazione...
di
Minestre e Zuppe; Riso, Orzo e Polenta Autunno ; Inverno Senza Glutine
Minestra di riso e verza Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Facile
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

200 g di riso comune o semifino
400 g circa di cavolo verza
50 g di pancetta tesa
un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva
una cipolla media
un litro di brodo vegetale  oppure  un litro di acqua
sale
pepe in grani

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Sfoglio la verza e scelgo le foglie più tenere che lavo, una ad una, sotto il getto dell’acqua, poi le taglio a pezzi grossi scartando le costole centrali più grosse. Frullo la pancetta.

Spello la cipolla, la trito e la faccio appassire dolcemente in una casseruola con l’olio e la pancetta. Quando la cipolla è appena colorita, unisco la verza, salo e la faccio stufare con il coperchio per un quarto d’ora mescolando ogni tanto (l’acqua di vegetazione è sufficiente per la cottura ma, se necessario, aggiungere 2 cucchiai di acqua calda).

A questo punto aggiungo il brodo vegetale (o l’acqua) e, quando bolle, il riso. Mescolo e faccio cuocere a fuoco dolce per circa un quarto d’ora. Quando il riso è pronto, fuori dal fuoco, amalgamo alla preparazione una manciata di Parmigiano.

Servo la minestra ben calda, accompagnando con altro Parmigiano grattugiato. Ci sta ben anche una macinata di pepe.

Per saperne di più

Brodo vegetale
Verso un litro e mezzo di acqua fredda in una casseruola e unisco 2 carote, 2 o 3 coste di sedano, una bella cipolla chiara, tutto mondato, lavato e spezzettato in maniera grossolana. Aggiungo anche un pomodoro intero ben maturo, qualche gambo di prezzemolo, un pizzico di grani di pepe e qualche foglia di basilico. Salo pochissimo e, quando inizia l’ebollizione, abbasso la fiamma al minimo e faccio bollire per un’oretta. Alla fine filtro il brodo che sarà limpido e profumato. Oltre che per i risotti di verdura lo utilizzo nelle zuppe, in certe salse e in tutte le preparazioni che per la lunga cottura richiedono frequenti aggiunte di liquido come ragù e spezzatini.

Quale riso per la minestra
Per la minestra scelgo il riso Originario se la preferisco più densa e cremosa, in quanto questa varietà perde molto amido in cottura. Se scelgo un riso semifino come il Vialone nano o fino come l’Arborio avrò invece una minestra con i chicchi di riso più integri e sgranati.

 

Il vino giusto da abbinare

Riso e risotti - Con verdure

Se il riso è povero o del tutto privo di grassi, il vino giusto è un bianco delicato, leggero, poco alcolico: Pinot Bianco, Albana di Romagna, un Friuli Aquileia Pinot Grigio. Con il crescere della densità, e della ricchezza in ingredienti grassi (come nel caso di basi di soffritto in olio o burro, con altre materie quali lardo di maiale o di oca) si cresce parallelamente in peso e pienezza del vino: bianchi come il Fiano di Avellino o il Timorasso, rosati, o anche rossi leggeri quali la Schiava e il Santa Maddalena altoatesini.

VINI: Albana di Romagna, Alto Adige Schiava, Friuli Aquileia Pinot Grigio, Pinot Bianco

(L'indicazione dei vini in abbinamento è per forza di cose generica e privilegia tipologie di facile reperibilità in tutta Italia. Ciò non toglie che per molte ricette tipiche la scelta di vini della stessa regione sia non solo possibile ma addirittura molto raccomandabile.)

COMMENTI (1) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Molly
27 gennaio 2015 10:10 Buonissima! A me, più che una minestra mi è venuto un riso molto cremoso condito con la verza. Veramente buono e sano! Grazie della ricetta che raccomando fortemente