Minestra di lenticchie

Inserimento della valutazione...
di
Minestre e Zuppe
Minestra di lenticchie Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Facile
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

300 g di lenticchie piccole
150 g di pasta di piccolo formato (o pasta mista o spaghetti spezzati)
150 g di polpa di pomodoro  oppure  in estate 300 g di pomodori freschi spellati
4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
una cipolla piccola
una foglia di alloro
2 spicchi d’aglio
prezzemolo
peperoncino
sale

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Spello e trito la cipolla e, separatamente, trito anche gli spicchi d’aglio. Scaldo l’olio in una casseruola e unisco cipolla, aglio e peperoncino a pezzetti (in quantità secondo il gusto personale). Faccio cuocere dolcemente il soffritto per una decina di minuti facendo attenzione che non prenda colore ma che la cipolla cuocia bene.

A questo punto aggiungo la polpa di pomodoro e il sale e faccio cuocere la salsa per circa un quarto d’ora prima di aggiungere le lenticchie. Mescolo per un paio di minuti per farle ben intridere nella salsa e poi aggiungo circa un litro e mezzo di acqua bollente e la foglia di alloro. Metto il coperchio e faccio cuocere, a fuoco bassissimo fino a che le lenticchie non sono tenere.

(È quasi impossibile dare i tempi di cottura giusti per le lenticchie: a volte bastano tre quarti d’ora e anche di meno, altre un’ora, a volte anche una e mezzo. Dipende dalla varietà, dalla freschezza, dal liquido di cottura che quando è acido per la presenza del pomodoro, come in questo caso questo, rallenta la cottura degli amidi. In conclusione, controllate e assaggiate.)

Ora, assaggio per regolare il sale e calo la pasta. Mescolo e faccio cuocere per un quarto d’ora. Servo la minestra, calda o tiepida (in estate a temperatura ambiente) spolverata con poco prezzemolo tritato.

Il vino giusto da abbinare

Minestre e Zuppe - Legumi

Il gusto saporito di molte varietà di fagioli richiede una controparte alcolica adeguata: non abbiate paura a scegliere rossi giovani, poco tannici, snelli, vivaci, come un Santa Maddalena, un Pinot Nero o anche un fresco Dolcetto. La pastosa consistenza dei ceci si sposa bene con bianchi lievemente aromatici, quale il Müller Thurgau o un Sauvignon dai tratti varietali non troppo pronunciati. La relativa dolcezza dei piselli va accompagnata con bianchi giovani e morbidi: Chardonnay, Pinot Bianco, Grechetto. Le lenticchie, specie se con il pomodoro, chiedono vini un po’ più pieni e robusti: rosati e rossi giovani (Freisa, Barbera).

VINI: Alto Adige Santa Maddalena, Dolcetto, Freisa, Müller Thurgau

(L'indicazione dei vini in abbinamento è per forza di cose generica e privilegia tipologie di facile reperibilità in tutta Italia. Ciò non toglie che per molte ricette tipiche la scelta di vini della stessa regione sia non solo possibile ma addirittura molto raccomandabile.)

COMMENTI (1) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Enzo
27 maggio 2019 09:20 Grazie alla tua abbinata Minestra di lenticchie e Pinot Nero, ieri sera ho fatto un gran figurone con i miei amici. Grazie