Gazpacho

Inserimento della valutazione...
di
Minestre e Zuppe Spagna Estate
Gazpacho Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Molto facile
PREPARAZIONE: MIN
PER 5 PERSONE

INGREDIENTI

600 g di pomodori ben maturi
1 cetrioli
2 peperoni rossi
una piccola cipolla rossa dolce  oppure  2-3 cipollotti freschi
un piccolo spicchio d’aglio
120 g di mollica di pane non condito
aceto di vino
olio extravergine d’oliva
sale
pepe
Per completare
1/2 peperone
un cetriolo
dadini di pane tostato
2-3 cipollotti

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Lavo i pomodori, poi li incido alla base con due tagli incrociati e li passo per mezzo minuto in acqua in ebollizione, poi nell’acqua fredda e infine li spello. Li divido in quarti ed elimino i semi.

Lavo i peperoni e li passo con il pelapatate per togliere la pelle, poi li divido a metà ed elimino i semi e le nervature chiare (spellare i peperoni non è un’operazione necessaria, ma senza pelle sono molto più digeribili).

Sbuccio un cetriolo e lo affetto. Taglio a pezzi la cipolla spellata. Metto a bagno nell’acqua la mollica di pane. Metto nel mixer un peperone e mezzo, tagliato a dadini, la cipolla, il cetriolo, la mollica ben strizzata e lo spicchio d’aglio grattugiato. Frullo per un minuto alla massima velocità prima di unire anche i pomodori, 3 cucchiai di aceto, 4 cucchiai di olio, il sale necessario e una macinata abbondante di pepe. Frullo ancora fino a quando il composto non diventa liscio e cremoso.

Assaggio per regolare il sale e l’aceto, poi verso il gazpacho in una ciotola, chiudo con la pellicola e lo passo in frigorifero per almeno 2 ore. Al momento di servirlo, metto nella ciotola qualche cubetto di ghiaccio e preparo i contorni, di cui ognuno si servirà a piacere. Sistemo quindi in quattro ciotoline il pane tostato, il cetriolo e il mezzo peperone tagliati a cubetti, e i cipollotti affettati finissimi.

Il vino giusto da abbinare

Piatti a base di verdure

  Gli sformati e più in generale le preparazioni più ricche e complesse, in cui alle verdure vengono affiancati altri ingredienti (pangrattato, formaggi, uova, insaccati) e magari grassi quali burro e olio, chiamano rossi di buona struttura, purché giovani e non troppo tannici: Morellino di Scansano, Santa Maddalena, Monica di Sardegna. Le ricette che prevedono l’aggiunta di aceto e anche zucchero, come la caponata, si sposano meglio a bianchi tenuemente zuccherini, quali in primo luogo quelli da vendemmia tardiva (Verdicchio, Soave); ma è da provare anche l’abbinamento con vini ossidativi come la Vernaccia di Oristano.

VINI: Monica di Sardegna, Morellino di Scansano, Vernaccia di Oristano

(L'indicazione dei vini in abbinamento è per forza di cose generica e privilegia tipologie di facile reperibilità in tutta Italia. Ciò non toglie che per molte ricette tipiche la scelta di vini della stessa regione sia non solo possibile ma addirittura molto raccomandabile.)

COMMENTI (1) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

arturo
17 luglio 2014 19:05 bravissima è così che lo si fà adesso. a me piace molto con il cubettone di ghiaccio perchè quel poco che si scioglie lo rende un pelino più liquido. il gazpacho antico era bianco senza pomodori !!!!!!!