French toast

Inserimento della valutazione...
di
Fuori pasto Stati Uniti
French toast Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Facile
COTTURA: MIN
PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

8 fette di pane in cassetta
2 uova grandi (o 3 piccole)
un bicchiere di latte
80 g di burro (possibilmente chiarificato)
un cucchiaino di zucchero
cannella in polvere
sale

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Per questa preparazione preferisco non utilizzare il pancarré (quello per toast). Ottengo un risultato migliore con il pane in cassetta morbido, possibilmente artigianale.

Batto le uova in una terrina e unisco il latte, lo zucchero, un pizzico di sale e 1/2 cucchiaino di cannella. Mescolo bene.

Adesso scaldo la metà del burro in una padella antiaderente e quando comincia a sfrigolare, immergo due fette di pane nel composto e le faccio scivolare in padella con una spatola. Le lascio cuocere, con la fiamma a metà altezza, per un paio di minuti fino a quando sono ben dorate quindi le giro e termino la cottura. Le scolo e le tengo in caldo nel forno mentre friggo le altre, aggiungendo altro burro nella padella quando necessario.

Lo servo caldo con la salsa di ciliegie o con frutta fresca. Ottimo con i mirtilli o con fettine di banana molto matura.

Per saperne di più

Salsa di ciliegie
Snocciolo 500 g di ciliegie belle mature e le raccolgo in una piccola casseruola con la scorza grattugiata di un lime o di 1/2 limone e uno o due cucchiai di succo. Faccio cuocere dolcemente per 10 minuti. Unisco 300 g di zucchero e proseguo la cottura, sempre a fuoco dolce per una mezz’ora. Se non la utilizzo tutta, la chiudo in un barattolo e la conservo in frigorifero anche per settimane.

Burro chiarificato
La chiarificazione serve ad eliminare la parte di acqua contenuta nel burro e a separare la parte grassa dalla caseina in modo che il burro sia in grado di reggere l’alta temperatura della frittura senza bruciarsi. Lo metto a pezzi in una casseruolina e lo faccio fondere a fuoco debolissimo. Lo ritiro dal fuoco, lo verso in una tazza e mescolo lentamente la schiuma formatasi in superficie (solo quella!) per far precipitare la caseina. Una volta freddato, passo il burro nella parte più fredda del frigo per farlo ridiventare solido. A questo punto sarà più facile eliminare il liquido (sul fondo della tazza) dalla parte solida che altro non è che burro chiarificato. Per conservarlo, lo avvolgo con un foglio di alluminio o lo comprimo in un barattolo di vetro

COMMENTI (1) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Giovanni
5 luglio 2014 12:25 Burro chiarificato. Anziché usare una casseruola sul gas a fuoco debolissimo, è meglio scioglierlo a bagno maria come si fa per il cioccolato ed altro...