Crème caramel

Inserimento della valutazione...
di
Dolci Senza Glutine
//www.streamera.tv/movie/64311/7c-creme-caramel-720p-v2/iframe/
Crème caramel
Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Facile
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 8 PERSONE

INGREDIENTI

750 ml di latte fresco intero
4 uova freschissime
2 tuorli
100 g di zucchero
un baccello di vaniglia
Per il caramello
100 g di zucchero
succo di limone

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Per prima cosa preparo il caramello. Raccolgo quindi lo zucchero in un pentolino con 3 cucchiai d’acqua e 2 cucchiaini di succo di limone filtrato e lo metto sul fuoco con la fiamma a metà. Faccio cuocere, senza mescolare ma muovendo il pentolino, fino a quando lo zucchero si caramella diventando color bruno. Lo verso in uno stampo con il buco centrale e, tenendolo inclinato, lo ruoto rapidamente per rivestire il fondo e le pareti fino a metà.

Accendo il forno regolando il termostato a 140°. Metto sul fuoco il latte con lo zucchero e il contenuto del baccello di vaniglia e lo porto lentamente a ebollizione, poi spengo e lascio per qualche minuto in infusione. Raccolgo le uova e i tuorli in una ciotola, li mescolo con una frusta e, continuando a mescolare, unisco il latte caldo versandolo a filo. Se necessario, con una schiumarola, elimino la schiuma dalla superficie.

Verso il composto nello stampo caramellato facendolo passare da un chinois. Sistemo lo stampo in un recipiente poco più grande a bordo alto nel quale verso dell’acqua tiepida e passo il tutto nel forno. Per evitare che lo stampo sia a diretto contatto con il fondo del recipiente, interpongo un bello strato di carta da cucina (4 o 5 fogli). Lascio cuocere per un’ora e controllo che l’acqua non arrivi a ebollizione (dovrebbe appena fremere), in tal caso unisco un paio di cubetti di ghiaccio e abbasso un po’ il termostato.

A cottura ultimata, ritiro il dolce dal forno e lascio lo stampo immerso nell’acqua fino al completo raffreddamento. Solo ora tiro su lo stampo, lo sigillo con la pellicola e lo tengo in frigorifero per almeno qualche ora (o per tutta la notte) prima di servirlo.

Al momento di sformarlo, passo la lama di un coltellino tutto intorno alla crème caramel, poi appoggio sullo stampo un piatto rotondo con il bordo un po’ alto e, tenendo ben stretti con le mani piatto e stampo, rovescio ambedue con un movimento deciso. Se il dolce non scende subito, picchietto delicatamente il fondo dello stampo. Accompagno con lingue di gatto.

Per saperne di più

Fai così

1. Se volete cuocere la crème caramel negli stampini individuali (i classici di alluminio a tronco di cono), rivestiteli nello stesso modo di caramello e cuoceteli, sempre a bagnomaria, riducendo il tempo a 35-40 minuti.

2. Il profumo di vaniglia è quello classico della crème caramel che è ottima anche aromatizzata con una spezia o una miscela di spezie, ad esempio cannella, garofano o cardamomo o 2-3 infiorescenze di lavanda.

3. Attenzione alla temperatura del forno. Se troppo caldo, la crema arriva a ebollizione con il risultato di una crème caramel troppo densa e piena di buchi.

Il vino giusto da abbinare

Dolci - Al cucchiaio

Sono preparazioni delicate, poco grasse, che si abbinano con una certa difficoltà ai vini. Il compromesso migliore è la scelta di bianchi dolci non troppo densi e alcolici, Moscato d’Asti in primo luogo; con le bavaresi ai frutti di bosco può funzionare anche un semplice Brachetto d’Acqui.   

VINI: Brachetto d’Acqui, Moscato d’Asti

(L'indicazione dei vini in abbinamento è per forza di cose generica e privilegia tipologie di facile reperibilità in tutta Italia. Ciò non toglie che per molte ricette tipiche la scelta di vini della stessa regione sia non solo possibile ma addirittura molto raccomandabile.)

COMMENTI (1) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

antonino spinnato
13 giugno 2015 18:10 Ma perchè vi siete fermati con la produzione di questa serie?