Challa - pane del sabato

Inserimento della valutazione...
di
Pane, pizze, focacce e torte salate
Challa - pane del sabato Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Media
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN

INGREDIENTI

un kg di farina Manitoba
2 bustine di lievito di birra liofilizzato
75 ml di olio extravergine d’oliva
350 ml circa di acqua appena tiepida (fredda in estate)
2 uova
4 cucchiai colmi di zucchero
2 cucchiaini di sale
Per completare
un tuorlo
1 cucchiaiata di semi di papavero

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Setaccio la farina sulla spianatoia e la miscelo con il lievito e lo zucchero. Faccio una fontana larga e ci metto le uova battute, l’olio e quasi tutta l’acqua. Comincio a impastare e dopo qualche minuto unisco il sale. Impasto energicamente per una decina di minuti fino a ottenere una pasta liscia ed elastica. Formo una palla, la incido con due tagli a croce e la sistemo in un’ampia ciotola infarinata. Copro con un panno umido e lascio lievitare in luogo tiepido fino al raddoppio (un’ora abbondante).
A questo punto, peso la pasta e la divido in due pezzi uguali. Senza più lavorarli, divido ognuno in 3 pezzi dello stesso peso. Rotolandoli sulla spianatoia infarinata, formo 6 rotoli molto affusolati alle estremità e più “cicciotti” al centro (come fossero dei lunghi fusi) lunghi circa 30 cm. Ne sistemo 3 vicini, premo con le dita un’estremità per attaccarli e li intreccio. Premo nuovamente bene per chiudere la treccia quindi rimbocco in sotto le due estremità. Formo nello stesso modo l’altra treccia.

Sistemo i due pani su una placca rivestita di cartaforno, li copro con la pellicola e li faccio lievitare per una mezz’ora. Trascorso questo tempo li pennello con il tuorlo diluito con un cucchiaio d’acqua, li spolvero con i semi di papavero, quindi li passo nel forno a 190° e li faccio cuocere per circa 50 minuti, fino a quando avranno preso un bel colore bruno dorato. Li faccio raffreddare su una griglia, coperti con un panno.

Per saperne di più

Nelle famiglie ebree osservanti, la challa è una delle componenti del pasto dello shabbat, il sabato ebraico. I pani sono sempre due  in memoria della doppia razione di manna che Dio faceva cadere dal cielo sugli ebrei la vigilia del sabato e delle altre feste.

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti