Carote in agrodolce

Inserimento della valutazione...
di
Conserve Qualsiasi Stagione
Carote in agrodolce Foto di Archivio Slow Food/Laura Ascari
DIFFICOLTÀ: Media
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN

INGREDIENTI

un chilo di carote novelle
25 g di pinoli
mezz’etto di uva passa fatta rinvenire nel vino
2-3 cucchiai di grasso d’oca  oppure  2-3 cucchiai di grasso di pollo
aceto di vino bianco
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

1. Pulite e lavate le carote; poi tagliatele a rondelle e friggetele in olio a strati, mettendo tra uno e l’altro pezzettini di grasso (qualora non li abbiate potete sostituirli con altro olio) e spolverizzando di sale.

2. Incoperchiate e cuocete a fuoco molto lento. Quando sentirete che le carote sono diventate tenere, unite l’uvetta, ben scolata, e i pinoli. Mescolate e completate la cottura a tegame scoperto.

3. Se rimane un velo di unto eliminatelo e aggiungete un po’ di aceto, rimettendo sul fuoco fino a quando le carote non saranno completamente rosolate. Invasate e sterilizzate.

Per saperne di più

In agrodolce
Rientrano in questo gruppo quelle preparazioni a base di frutta o verdura cotte in una combinazione di aceto, ingrediente principale che garantisce la conservazione, con zucchero (o miele) e talvolta olio. Cipolline e peperoni sono due classici ma molte altre verdure, specialmente quelle dal sapore tendente al dolciastro, si prestano a questo tipo di lavorazione. Ottime le carote, i porri, il cavolfiore e le conserve di verdure miste in agrodolce, come alcune versioni della giardiniera (quella tipica del Nordest e l’antipasto campagnolo piemontese). Anche la siciliana caponata di melanzane, che unisce il gusto dolce all’agro, si conserva a lungo se invasata e sterilizzata. Pinoli, mandorle, noci, uva passa e aceto balsamico sono ingredienti che spesso arricchiscono le ricette agrodolci. In virtù del loro grado di acidità e del fatto che le verdure sono precedentemente scottate, queste preparazioni non hanno bisogno della sterilizzazione.

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti