Canederli con mortandela su fonduta di casolét

Inserimento della valutazione...
di
Pasta e Gnocchi Trentino-Alto Adige
Canederli con mortandela su fonduta di casolét Foto di Archivio Slow Food/Marcello Marengo
DIFFICOLTÀ: Media
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

mezzo chilo di pane raffermo
un cucchiaio di mortandela della val di Non  oppure  una fetta di luganega trentina
2 uova
un ciuffo di erba cipollina
un cucchiaio di farina di grano tenero
brodo di carne
4 bicchieri di latte
2 bicchieri di crema di latte (o panna da cucina)
2 etti di casolét della val di Sole
2 cucchiai di trentingrana grattugiato
sale

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

1 • Tagliate a dadini il pane, bagnatelo con il latte bollente e lasciatelo riposare per almeno mezz’ora. Lavoratelo quindi con le mani in una terrina, aggiungendo le uova, la mortandela (o la luganega) sbriciolata, il trentingrana, l’erba cipollina tritata, la farina e il sale necessario.

2 • Con l’impasto formate delle palline grandi come un uovo e cuocetele per 10 minuti nel brodo bollente.

3 • Nel frattempo scaldate a bagnomaria la crema di latte e fatevi sciogliere il casolét tagliato a dadini.

4 • Scolate i canederli, distribuiteli nei piatti e irrorateli con la fonduta. Se preferite servirli asciutti – e non, come da più antica tradizione, nel brodo di cottura – si possono scolare e condire con burro di malga fuso e trentingrana grattugiato.

Il vino giusto da abbinare

Pasta - Condimenti delicati

Con sughi e condimenti più delicati, di solito a base di verdure e ortaggi, bisogna orientarsi su vini bianchi, morbidi, giovani, equilibrati: un Grechetto umbro, un Falerio marchigiano, un Frascati. Anche in questo caso è difficile sbagliare se si opta invece per vini frizzanti o spumanti, dal Prosecco al TrentoDoc o al Franciacorta. I peperoni chiamano elettivamente il Sauvignon, il pesto il Vermentino. Se sono presenti ingredienti dolci (uva passa), si passa con naturalezza a vini più morbidi e appena zuccherini.

VINI: Falerio dei Colli Asolani, Frascati, Prosecco Brut, Sauvignon

(L'indicazione dei vini in abbinamento è per forza di cose generica e privilegia tipologie di facile reperibilità in tutta Italia. Ciò non toglie che per molte ricette tipiche la scelta di vini della stessa regione sia non solo possibile ma addirittura molto raccomandabile.)

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti