Calzone con sponsali e nasello

Inserimento della valutazione...
di
Pane, pizze, focacce e torte salate Puglia Primavera
Calzone con sponsali e nasello Foto di Archivio Slow Food/Marcello Marengo
DIFFICOLTÀ: Media
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN

INGREDIENTI

Per l'impasto
un chilo di farina di grano tenero tipo 00
25 g di lievito madre
olio extravergine di oliva
sale
pepe (facoltativo)
Per il ripieno
un chilo di sponsali
mezzo chilo di cimette di cavolfiore verde
una manciata di olive nere
3 etti di filetti di nasello
un uovo
pecorino romano
olio extravergine di oliva
sale
pepe

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

1 • Impastate la farina con il lievito e un po’ di acqua salata e fatela lievitare per 3-4 ore.

2 • Intanto tagliate le cipolle a fette sottili e soffriggetele in olio con un pizzico di sale. Lavate le cimette di cavolfiore e lessatele in acqua bollente salata.

3 • Infarinate e friggete i filetti di nasello.

4 • Dividete in due parti uguali la pasta lievitata e stendetele con il matterello formando due dischi. Ricopritene uno con le cipolle soffritte, le cimette di cavolfiore, i filetti di nasello, le olive snocciolate, l’uovo battuto con abbondante pecorino grattugiato, un pizzico di pepe e un filo di olio.

5 • Coprite con l’altro disco di pasta e schiacciate i bordi con le dita affinché il ripieno non fuoriesca. Bucherellate la superficie con i rebbi di una forchetta e condite con un filo di extravergine.

6 • Cuocete il calzone nel forno (possibilmente a legna) alla temperatura di 200 °C fino a doratura (30-40 minuti). Servitelo caldo o freddo.

Per saperne di più

Si chiamano sponsali (o sponzali o spunzale) i bulbi oblunghi della cipolla porraia, un ortaggio tipicamente pugliese che matura in primavera ed è consuetudine consumare nel periodo della Quaresima. Se non li trovate, potete sostituirli con comuni cipolle novelle o cipollotti. Di questo calzone, esistono versioni nelle quali si preferiscono al nasello le alici, che possono anche essere infarinate o impanate con l’uovo e fritte.

Il cavolfiore verde qui utilizzato appartiene alla famiglia delle Crocifere come quello bianco: il colore dipende dalla clorofilla che ha sviluppato l’infiorescenza non essendo ben racchiusa all’interno delle foglie.

COMMENTI (1) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Antonio
4 novembre 2016 15:49 Le dosi del calzone con sponsali per quante persone sono?