Bortsch

Inserimento della valutazione...
di
Minestre e Zuppe Ucraina Autunno ; Inverno
Bortsch Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Facile
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 6 PERSONE

INGREDIENTI

4 belle patate a buccia rossa
3 grosse carote
1/2 cavolo cappuccio
500 g di bietole rosse cotte (una confezione)
200 g pancetta affumicata
una cipolla
aneto secco
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
un litro di brodo
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
aceto di mele
sale
pepe

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Sbuccio le patate, le taglio a dadini e le tengo in attesa immerse in acqua fredda. Raschio le carote e le riduco a julienne passandole da una grattugia a fori larghi. Spello le bietole, le taglio a dadi e le raccoglo in una ciotola. Perché mantengano il colore, le spruzzo con un cucchiaio di aceto di mele e mescolo per distribuirlo bene. Metto il mezzo cavolo sul tagliere e lo affetto sottilmente.

Spello e trito la cipolla e taglio a dadini la pancetta affumicata. Scaldo 3 cucchiai d’olio in una casseruola e faccio soffriggere pancetta e cipolla a fuoco medio. Quando il soffritto ha preso colore, unisco il concentrato di pomodoro diluito in mezzo bicchiere di acqua calda e faccio cuocere per un po’ il sughetto prima di aggiungere il brodo caldo.

Quando si alza l’ebollizione aggiungo le patate, le carote e il cavolo e profumo la zuppa con 1/2 cucchiaio di aneto. Insaporisco con sale e pepe, metto il coperchio e faccio cuocere per una mezz’ora. Quando la zuppa è pronta, regolo il sale e aggiungo le bietole rosse che dovranno solo scaldarsi senza cuocere ulteriormente.

Servo il bortsch bello caldo accompagnandolo con la panna acida che ognuno aggiungerà nel proprio piatto.

Il vino giusto da abbinare

Minestre e Zuppe - Verdure

Se la minestra è povera o del tutto priva di grassi, il vino giusto è un bianco delicato, leggero, poco alcolico: Bianco di Custoza, Bianchello del Metauro, Orvieto. Con il crescere della densità, e della ricchezza in ingredienti grassi (come nel caso di basi di soffritto in olio o burro, con altre materie quali pancetta o speck) si cresce parallelamente in peso e pienezza del vino: bianchi come il Fiano di Avellino o il Timorasso, rosati, o anche rossi leggeri quali la Schiava e il Santa Maddalena altoatesini.

VINI: Alto Adige Santa Maddalena, Bianco di Custoza, Orvieto, Timorasso

(L'indicazione dei vini in abbinamento è per forza di cose generica e privilegia tipologie di facile reperibilità in tutta Italia. Ciò non toglie che per molte ricette tipiche la scelta di vini della stessa regione sia non solo possibile ma addirittura molto raccomandabile.)

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti