Biscotto di savoia

Inserimento della valutazione...
di
Dolci Senza Glutine
Biscotto di savoia Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Media
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 8 PERSONE

INGREDIENTI

6 uova freschissime
160 g di zucchero
100 g di fecola di patate
un baccello di vaniglia
un cucchiaio di zucchero a velo
sale

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Accendo il forno a 170°. Rompo le uova raccogliendo in due ciotole diverse i tuorli e gli albumi. Divido in due longitudinalmente il baccello di vaniglia e recupero tutto il contenuto raschiando con un coltellino. Mescolo brevemente i tuorli per amalgamarli quindi unisco lo zucchero (meno 2 cucchiai) e i semi di vaniglia e monto a lungo con la frusta elettrica fino ad avere un composto chiaro, molto gonfio e spumoso (sollevando la frusta, il composto deve ricadere “a nastro”).

Lavo la frusta, la asciugo bene e monto gli albumi a neve morbida con un pizzico di sale. A metà dell’operazione, unisco agli albumi i 2 cucchiai di zucchero lasciati da parte.

Ora unisco la fecola al composto di tuorli facendola cadere a pioggia da un setaccino e mescolando delicatamente con una spatola di gomma con un movimento dall’alto in basso, senza preoccuparmi di amalgamarla perfettamente. Infine aggiungo gli albumi, in 2 o 3 volte e delicatamente.

Imburro uno stampo scannellato e lo rivesto leggermente di zucchero scuotendolo per far cadere l’eccesso, poi verso il composto fino a circa 3/4 di altezza, lo passo in forno e faccio cuocere per circa 40 minuti fino a quando la superficie si presenta dorata e asciutta. Aspetto un paio di minuti prima di sformarlo e lo faccio raffreddare su una griglia.

Lo spolvero sulla sommità di zucchero a velo.

Il vino giusto da abbinare

Dolci - Secchi

Con i dolci a base di pasta frolla un vino pressoché sempre all’altezza della situazione è il Moscato d’Asti: pochissimo alcol, buona freschezza di frutto, cremosità dell’anidride carbonica a donare slancio. Con i biscotti non farciti si sposa bene il Vin Santo o il Marsala (non troppo secco). Con le crostate di frutta, specie se di ciliegia, mora o in genere di frutti di bosco, funziona bene un Brachetto d’Acqui servito a bassa temperatura.  

VINI: Brachetto d’Acqui, Moscato d’Asti, Vin Santo

(L'indicazione dei vini in abbinamento è per forza di cose generica e privilegia tipologie di facile reperibilità in tutta Italia. Ciò non toglie che per molte ricette tipiche la scelta di vini della stessa regione sia non solo possibile ma addirittura molto raccomandabile.)

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti