Biscotti di Prato alla quinoa

Inserimento della valutazione...
di
Dolci Toscana Qualsiasi Stagione Senza Glutine
Biscotti di Prato alla quinoa Foto di Gaia Pedrolli
DIFFICOLTÀ: Media
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
I biscotti di Prato sono veramente “bis-cotti”, cioè cotti due volte, col risultato di una croccantezza che li rende perfetti da sgranocchiare da soli oppure accompagnati da un bicchierino di vinsanto. Giocando con le farine e con la frutta secca del ripieno se ne possono sperimentare molte varianti.

INGREDIENTI

210 g di mix per frolle e brisé (¶)
40 g di farina di quinoa (¶)
150 g di zucchero
150 g di mandorle sgusciate
30 g di burro
2 uova
1 tuorlo d’uovo
2 cucchiaini di lievito per dolci (¶)
½ bicchierino di vinsanto
una stecca di vaniglia
la scorza di ½ arancia non trattata
un pizzico di sale
Per lo spolvero
farina finissima di mais (¶)

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Con queste dosi farete circa 40 biscotti.

Tostate le mandorle in forno per qualche minuto. Intanto setacciate il mix per frolle e brisé (vedi approfondimenti), la farina di quinoa e il lievito sulla spianatoia e fate la fontana. Mettete in mezzo il burro a pezzetti a temperatura ambiente e il sale, poi mescolate con la punta delle dita fino a ottenere delle briciole fini.

Unite lo zucchero, i semini della stecca di vaniglia, la scorza grattata della mezza arancia, le uova intere, il tuorlo e il bicchierino di vinsanto. Lavorate veloci con la punta delle dita per avere un impasto omogeneo.

Aggiungete le mandorle intere a temperatura ambiente, impastate ancora velocemente e componete dei filoncini larghi circa 4 cm e alti 1,5 cm. Disponeteli su una placca per dolci rivestita di carta forno e cuocete in forno a 200 °C per 25 minuti.

Tagliate i filoncini (ancora tiepidi) a fette in diagonale, poi infornateli per altri 10 minuti.

Fate raffreddare i biscotti sulla gratella per dolci e conservateli in un barattolo a chiusura ermetica.

(¶) Gli ingredienti contrassegnati con il simbolo (¶) sono alimenti a rischio di contaminazione da glutine.

Per saperne di più

Mix per frolle e brisé (per 1000 g di mix)
400 g di farina di riso finissima
200 g di amido di mais 215 g di amido di tapioca
120 g di fecola di patate
50 g di farina di mais finissima
15 g di xantano

Se non riuscite a trovare l’amido di tapioca potete sostituirlo con pari quantità di amido di riso e/o fecola di patate. Lo xantano, non sempre facile da reperire, si può omettere, sapendo però che l’impasto risulterà più fragile e potrà rompersi e sbriciolarsi con maggiore facilità.
Potete usare anche una farina senza glutine per dolci o una farina senza glutine per frolla confezionate, ma, tenendo conto che non tutte sono uguali, possono avere un retrogusto più o meno marcato, e soprattutto potrebbero richiedere quantità di liquidi (e conseguenti tempi di cottura) diverse rispetto alle dosi indicate nelle ricette.

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti