Aspic di pesche di Volpedo e Moscato

Inserimento della valutazione...
di
Dolci Piemonte Estate Senza Glutine
Aspic di pesche di Volpedo e Moscato Foto di ©Natika/Fotolia
DIFFICOLTÀ: Media
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 8 PERSONE

INGREDIENTI

un chilo di pesche di Volpedo
2 etti di zucchero semolato
2 bicchieri di Moscato d’Asti
un pezzo di scorza di arancia
15 g di gelatina

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

1 • Mettete lo zucchero, la scorza di arancia e un po’ più di tre bicchieri d’acqua in una casseruola e portate a bollore dolcemente, senza smettere di mescolare, fino a quando lo zucchero non si sarà sciolto. Lasciate raffreddare per un’ora.

2 • Togliete la scorza dallo sciroppo e versatene mezzo bicchiere in un pentolino. Unite la gelatina e fatela ammorbidire. Cuocete a bagnomaria fino a quando la gelatina non sarà completamente sciolta. Fate raffreddare il composto, unitelo al rimanente sciroppo, mescolate e aggiungete il Moscato.

3 • Versate uno strato di gelatina sul fondo di uno stampo da plumcake e lasciatelo rapprendere leggermente in frigorifero.

4 • Sbucciate le pesche e tagliatele a fette. Distribuitene uno strato nello stampo e coprite con altra gelatina. Lasciate rassodare in frigorifero, fate un secondo strato di frutta e di gelatina e rimettete lo stampo al fresco. Procedete fino a esaurire gli ingredienti, terminando con la gelatina: in questo modo la frutta non si sposta e si ottiene una superficie liscia.

5 • Lasciate l’aspic in frigorifero per alcune ore.

6 • Per sformarlo, avvolgete lo stampo con uno strofinaccio bagnato con acqua calda e fate scivolare il contenuto sul piatto da portata. Fate ammorbidire l’aspic a temperatura ambiente e servitelo con panna liquida o gelato.

Per saperne di più

La pesca di Volpedo, inserita tra i Pat (Prodotti agroalimentari tradizionali) perché le tecniche di lavorazione, conservazione e stagionatura sono ormai consolidate nel tempo e si svolgono sul territorio nel rispetto della tradizione, è un frutto di grossa pezzatura, molto profumato e dal sapore dolce. Negli anni sono state introdotte tecniche di coltivazione innovative e si sono messe sul mercato nuove varietà, in modo da accontentare i gusti di tutti i consumatori. Ottime consumate crude, queste pesche danno eccellenti risultati quando sono utilizzate, come in questo caso, per la preparazione di dolci.

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti