Anatra in porchetta

Inserimento della valutazione...
di
Carne Toscana Senza Glutine
Anatra in porchetta Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Media
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

un’anatra giovane di circa 1,2 kg
2 fette spesse di pancetta tesa
una manciata di spicchi d’aglio
finocchio selvatico secco (le sommità con i semi)
sale
pepe

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Fiammeggio l’anatra e ripulisco perfettamente la pelle con una pinzetta. Taglio via le zampe e spunto le ali, poi elimino i depositi di grasso situati nella parte posteriore, la lavo e la lascio ben sgocciolare. Miscelo un pizzico di semi di finocchio con una presa di sale e una macinata abbondante di pepe. Divido a metà in verticale 2 spicchi d’aglio e li rivesto con la miscela di sale, pepe e semi di finocchio.

Asciugo l’anatra anche all’interno con la carta da cucina e con un coltellino appuntito faccio un’incisione all’attaccatura delle cosce e alla base dei petti infilando il coltello parallelamente alla pelle e verso la parte superiore del volatile. Infilo i mezzi spicchi d’aglio insaporiti nelle incisioni.

Condisco generosamente l’interno dell’anatra con sale e pepe e la farcisco con una decina di spicchi d’aglio in camicia un po’ schiacciati, le fette di pancetta e un mazzetto di rametti di finocchio. Chiudo le due aperture con gli stuzzicadenti, poi ungo leggermente tutta la superficie del volatile con un filo d’olio per farci aderire sale e pepe. Infine la sistemo in una teglia con sul fondo, se possibile, una griglietta che mantenga l’anatra sollevata dal fondo.

Passo la teglia nel forno precedentemente scaldato a 200° e la faccio cuocere per circa un’ora e ½. Dopo la prima mezz’ora, la giro un paio di volte e punzecchio più volte la pelle nei punti dove vedo che è più spessa. Negli ultimi 10 minuti di cottura, rialzo la temperatura del forno per far diventare la pelle croccante. A fine cottura, la faccio riposare nel forno spento per una decina di minuti. La servo caldissima, tagliata a pezzi, accompagnandola con patatine rosolate in padella e un’insalata.

Per saperne di più

Fai così

1. Non disponendo di una griglietta adatta per la teglia, dopo una mezz’ora di cottura dell’anatra, scolate il grasso che si sarà raccolto sul fondo e, se necessario, ripetete l’operazione dopo un’altra mezz’ora.

2. Se volete insaporire l’anatra con il sugo di cottura, toglietela dalla teglia e tenetela in attesa nel forno caldo ma spento. Eliminate quasi completamente il grasso dalla teglia e mettetela sul fornello. Versate, poco alla volta, mezzo bicchiere di vino bianco e contemporaneamente raschiate il fondo con una spatola di legno per far sciogliere le incrostazioni scure. Alla fine filtrate il sugo dentro una salsiera scaldata.

Il vino giusto da abbinare

Volatili e coniglio - Arrosto

Il pollame ha carni delicate, in una scala di intensità che va dall’”innocuo” e quasi insapore pollo di batteria al pollo ruspante (dalla consistenza più tenace e dal gusto ovviamente più deciso), alla faraona. Con queste cosiddette carni bianche si abbinano vini di medio corpo, non troppo alcolici, preferibilmente giovani; vanno bene sia bianchi morbidi quali lo Chardonnay e il Pinot Bianco, sia rossi fruttati, poco tannici: un Dolcetto, una Barbera, un Santa Maddalena. Con volatili considerati più “nobili”, anatra e oca, ci si può spingere verso vini più impegnativi in termini di struttura e complessità aromatica, soprattutto se la ricetta prevede un ripieno: bianchi maturati in rovere, spumanti millesimati maturi, rossi importanti, purché di adeguata morbidezza: Merlot, Syrah, Taurasi.    

VINI: Chardonnay, Merlot, Pinot Bianco, Taurasi

(L'indicazione dei vini in abbinamento è per forza di cose generica e privilegia tipologie di facile reperibilità in tutta Italia. Ciò non toglie che per molte ricette tipiche la scelta di vini della stessa regione sia non solo possibile ma addirittura molto raccomandabile.)

COMMENTI (1) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Rino
2 settembre 2017 17:27 Piatti molto buoni e saporiti complimenti..