Ali di pollo in agrodolce

Inserimento della valutazione...
di
Carne Cina Senza Glutine
//www.streamera.tv/movie/61462/8c-ali-di-pollo-salsa-agrodolce-720p/iframe/
Ali di pollo in agrodolce
Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic
DIFFICOLTÀ: Media
PREPARAZIONE: MIN
COTTURA: MIN
PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

8-10 ali di pollo
un cucchiaio abbondante di miele millefiori
6 cucchiai di salsa di soia
un pezzetto di radice di zenzero
2 spicchi d’aglio
pasta di peperoncino  oppure  peperoncino in polvere
2 cucchiai di vino bianco

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Fiammeggio le ali, poi le ripulisco bene dalle pennette. Elimino la punta e le divido in due incidendo l’articolazione*. Taglio via le parti grasse visibili e la parte dove la pelle è molto spessa, poi le lavo, le asciugo con la carta da cucina e le raccolgo in un sacchetto da freezer.

Dopo aver eliminato la scorza, grattugio la radice di zenzero e ne metto una cucchiaiata colma in una terrinetta. Unisco gli spicchi d’aglio grattugiati, la salsa di soia, il vino bianco, il miele e 2 cucchiaini da tè di pasta di peperoncino (di più o di meno secondo il gusto personale). Amalgamo bene con una frustina e verso il miscuglio nel sacchetto con le alette. Chiudo e maneggio un po’ il sacchetto per distribuire il condimento. Faccio marinare in frigorifero per 8-12 ore.

Al momento di cuocerle, dispongo le alette nella placca foderata di cartaforno (conservo la marinata) e le passo nel forno precedentemente scaldato a 200°. Dopo 20 minuti le giro, le pennello con la marinata e proseguo la cottura per altri 15 minuti fino a quando sono ben dorate e leggermente caramellate. Le servo caldissime accompagnandole con riso fritto alla cantonese.

Il vino giusto da abbinare

Piatti esotici

Come è facilmente comprensibile, si tratta di un oceano di ricette, stili, tradizioni geografiche diverse e molto differenti tra loro. Le accomunano tuttavia, con tutti i rischi delle generalizzazioni spinte, due elementi centrali: la presenza di spezie più o meno piccanti e una quota più o meno accentuata di note agrodolci. Con piatti simili è dimostrato da tempo quanto sia felice l’abbinamento con vini aromatici e dalla misurata presenza zuccherina: Gewürztraminer o Sauvignon da vendemmia tardiva, Pinot Gris alsaziani, Riesling tedeschi. Per quanto possa suonare strano, con molti di questi piatti un rosso leggero, delicato, poco concentrato e soprattutto poco tannico, si esprime a meraviglia: provate ad esempio con una ricetta creola di carni piccanti un Pinot Nero giovane

VINI: Gewürztraminer, Pinot Gris Alsaziano, Riesling , Sauvignon Vendemmia Tardiva

(L'indicazione dei vini in abbinamento è per forza di cose generica e privilegia tipologie di facile reperibilità in tutta Italia. Ciò non toglie che per molte ricette tipiche la scelta di vini della stessa regione sia non solo possibile ma addirittura molto raccomandabile.)

COMMENTI (1) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

monica
22 giugno 2015 21:40 Se invece delle ali utilizzassi i petti di pollo e dopo averle lasciate marinare le cuocessi in padella invece che al forno?