Dietro i libri

Perché scegliere una cucina vegana?

di Redazione 08 set 2017 0

Katy Beskow nell'introduzione del libro "Vegano in 15 minuti" spiega i motivi della sua scelta: qui proponiamo anche una ricetta per la colazione.

Qui di seguito trovi un pezzo dell'introduzione del libro Vegano in 15 minuti di Katy Beskow tradotto da Giunti Editore e uscito il 30 agosto, oltre alla ricetta del pompelmo alla griglia con sciroppo d'acero e noci pecan. 


Sono un’amante degli animali da sempre, e per questo vegetariana sin da bambina. Sono diventata vegana quando mi sono trasferita a Londra e ho scoperto per caso un colorato mercato di frutta e verdura che mi ha sedotto con i suoi colori, aromi, sapori. Ogni sabato mattina mi fiondavo al mercato prestissimo per comprare i prodotti più freschi ed essere a casa in tempo per ispirarmi ai programmi televisivi di cucina durante la giornata. Non avevo a disposizione l’orto dello chef Nigel Slater né potevo permettermi le prelibatezze di Nigella Lawson, però avevo un sacchetto di carta pieno di frutta e verdura colorate da trasformare in piatti deliziosi (nonostante la mia cucina fosse minuscola, con poche pentole e una brocca rotta). Avevo un budget limitato, e così ho scoperto che, evitando i costosi ingredienti di origine animale, potevo sperimentare anche di più con sapori e consistenze.

Chi decide di diventare vegano lo fa per motivi etici, ambientali e di sostenibilità ma anche per risparmiare e per migliorare il proprio stato di salute. Per come la vedo io, ogni beneficio fisico della dieta vegana è un effetto collaterale positivo di una scelta prima di tutto etica. Oggi sono molti gli interrogativi sull’origine del cibo, sulla sua produzione e sull’impatto ambientale e umano che producono le scelte dei consumatori. Per questo, molti riducono il consumo di carne e di latticini sia per seguire uno stile di vita vegano sia semplicemente per introdurre un nuovo tipo di alimentazione. Questo libro non è pensato per essere una fonte di discussione politica o sul veganismo ma per dimostrare che un ottimo cibo preparato velocemente è alla portata di tutti. Il cibo vegano non è più considerato insipido e minimalista.

Se consideriamo ormai sorpassato un tipo di alimentazione a base di carne e un paio di verdure, ma proviamo nuovi modi per cucinare, mangiare e goderci il cibo, ci aspetta un mondo di nuovi sapori e consistenze. Molti di noi mangiano sempre i soliti piatti, forse per abitudine o per poca dimestichezza in cucina, senza però godersi il cibo veramente: questo è un buon motivo per cambiare e per sperimentare nuovi ingredienti e nuovi metodi di cucinare. Ridurre il consumo di uova e latticini non è difficile come potrebbe sembrare. Molti hanno una dipendenza acquisita dai prodotti caseari, senza sapere che un’alimentazione a base di vegetali può essere altrettanto squisita. Non riuscite a immaginare un cioccolata calda senza panna? Vi chiedete come rendere una zuppa densa e ricca? C’è un’alternativa per tutto: basta pensare fuori dagli schemi. 

Il cibo vegano si presta particolarmente bene alla cottura veloce, perché gli ingredienti base sono facili da preparare e da cuocere. Ci sono solo poche regole di sicurezza in più rispetto alla conservazione, alla preparazione e all’uso di carne, pesce, latticini e uova: assicuratevi di lavare bene la verdura fresca, di conservare in frigorifero latte e yogurt di provenienza non animale e di cuocere molto bene i legumi prima di consumarli. Un ottimo cibo vegano non deve essere per forza complicato e prometto che non sarà insipido. 

Ogni ricetta di questo libro è stata verificata per assicurarvi che sia ricca di sapore, utilizzando i metodi di cottura più semplici e più veloci. Dopo tutto, desideriamo mangiare, non aspettare!

POMPELMO ALLA GRIGLIA CON SCIROPPO D'ACERO E NOCI PECAN

Ingredienti per 2 persone

2 pompelmi rosa
4 cucchiai di sciroppo d'acero, più altri 4 per bagnare
½ cucchiaino di cannella in polvere
una manciata di noci pecan macinate

Preparazione della ricetta

Scaldate una padella per grigliare a fuoco medio mentre preparate i pompelmi. Sbucciate i pompelmi e tagliateli a fette dello spessore di 1 cm. Eliminate i semi.

Versate lo sciroppo d’acero e la cannella in una ciotola e mescolate. Immergete le fette di pompelmo nello sciroppo e poi adagiatele sulla padella calda. Grigliatele per 30 secondi e poi giratele.

Disponete le fette sui piatti, versate ancora un po’ di sciroppo d’acero, cospargetele con le noci pecan e gustatele calde.

Vegano in 15 minuti
di Katy Beskow
Giunti Editore
Firenze 2017
pp. 160
prezzo di copertina 19€

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti