SOTTOPIATTO Cibi & Ricette

Voglia di qualcosa di fresco? Da solo o abbinato, lo yogurt è sempre una buona idea

di Redazione 29 mag 2018 0

Aneddoti, curiosità e ricette per gustare uno degli ingredienti più antichi del mondo.

Le sue origini sono talmente ancestrali che se ne parla già nella Bibbia. Era infatti proprio yogurt quello che Abramo diede agli angeli arrivati ad annunciargli che la moglie Sara era finalmente incinta. La leggenda vuole che a inventare, del tutto casualmente, il bianco alimento sia stato un pastore preistorico che un giorno dimenticò del latte in un otre fatto con lo stomaco di un animale e scoprì che improvvisamente era diventato denso e saporito. Certo è che la parola arriva dal turco yogumark che poi vuol dire “rigirare con un mestolo”. E non è certo un caso se proprio dall’Oriente ci arrivano notizie dell’uso di questo ingrediente già in tempi molto antichi, nei primi libri di ricette arabe e addirittura ne Le mille e una notte.


LA YOGURTIERA

Chi di voi non ricorda la passione molesta che verso la fine degli anni Settanta contagiò un'intera generazione? Quella appunto per lo yogurt, l'alimento puro per eccellenza, il guaritore di tutti i mali. Improvvisamente mezza Italia si ritrovò a scambiarsi con esaltato entusiasmo milioni di fermenti lattici vivi in rapida espansione. Si trattava di blob gelatinosi e bianchicci che si moltiplicavano con la velocità della luce nel tepore delle nostre case. Quando gli odiosi vermiciattoli avevano ormai invaso ogni superficie lavabile delle nostre cucine, allora ci si sbarazzava di loro, magnificandone le prodigiose proprietà all'amico un po' tonto, pronto a ripetere l'esperimento in un'estenuante catena di San'Antonio. L'arrivo della yogurtiera mise fine a quell'incubo e oggi chi voglia farsi lo yogurt da sé non ha che da comprarla, verso dentro yogurt magro e il gioco è presto fatto. Ricordare però che, se fatto in casa, lo yogurt nel frigo non dura più di quattro giorni.


MOUSSE DI YOGURT CON LE FRAGOLE 

Ingredienti

300 g di fragole
300 g di yogurt greco intero
250 ml di panna liquida fresca
100 ml di latte
2 cucchiai di zucchero
60 g di zucchero a velo
un cucchiaio di capsule di cardamomo

Per guarnire
foglioline di menta

Mousse di yogurt con le fragole
Foto di Paolo della Corte - Foodrepublic

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Lavo le fragole e le allargo su un doppio foglio di carta da cucina. Ne lascio qualcuna intera e divido le altre a spicchietti. Le raccolgo in una ciotola e le insaporisco con un cucchiaio di zucchero.

Pesto nel mortaio le capsule di cardamomo e le metto in una casseruolina con il latte e un cucchiaio colmo di zucchero. Metto sul fuoco e faccio bollire a fuoco dolcissimo per 5 minuti. Lascio ben raffreddare e intanto monto la panna a neve molto ferma.

Verso lo yogurt in una ciotola, unisco il latte filtrato e lo zucchero a velo setacciato e mescolo bene prima di unire la panna montata amalgamandola delicatamente con un movimento dall’alto in basso. Tengo la mousse in frigorifero fino al momento di servirla (ma non più di un’ora).

Divido le fragole in 4 coppette di vetro, distribuisco la mousse e guarnisco con le fragole intere e una fogliolina di menta.


DESSERT DI MELE E YOGURT

Sbuccio 4 mele Golden e divido ognuna in 6 spicchi. Faccio fondere 30 g di burro in una padella antiaderente con un cucchiaino colmo di zucchero fino a che lo zucchero si caramella leggermente. Metto in padella gli spicchi di mela disponendoli a corone concentriche e li faccio un po' colorire dalle due parti, a fuoco dolce. A questo punto spolvero le mele con 1/2 cucchiaino di cannella e verso 1/2 bicchiere di vino dolce (Porto, Vinsanto, Passito) sul fondo della padella, rialzo la fiamma e lo faccio sfumare. Spengo e lascio raffreddare, poi passo le mele in frigorifero. Al momento di servire le distribuisco in 4 coppette e metto in ognuna 3 o 4 cucchiaiate colme di yogurt bianco intero. Sullo yogurt: un filo appena di miele millefiori e un pizzico di cannella.


LO YOGURT AL CINEMA

«Facciamo cambio: lo yogurt in cambio della bistecca». È la povera Natasha Hovey a tentare il baratto in Acqua e sapone di Carlo Verdone. E sempre yogurt è quello che si mangia Mirella, alias Sabrina Ferilli, seduta al tavolo di cucina mentre ascolta in diretta la dichiarazione che le fa Gerry Fumo, presentatore televisivo, al secolo l’attore Massimo Ghini. Naturalmente in La bella vita di Paolo Virzì. C’è anche lo yogurt americano che Robert Redford mangia appena sveglio, al ritmo di Singing in the Rain: è lui il procuratore del film Pericolosamente insieme per la regia di Ivan Reitman.

Testi tratti da: Dolci al cucchiaio e Gelati - collana Cucinare insieme

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti