SOTTOPIATTO 3 Muffin e un architetto

Una nuova dimensione per la panzanella

di Angela Simonelli 19 giu 2017 0

Panzanella tridimensionale: un piatto antichissimo in versione moderna.

Panzanella 3D

Foto di Angela Simonelli

La panzanella è un piatto toscano “povero” a base di pane secco e dei migliori prodotti di stagione. La mattina presto i contadini se la portavano nei campi e quella era la loro colazione.

Gli ingredienti di base sono il pane raffermo sciapo, che in toscano significa “senza sale”, pomodori maturi, basilico, olio e cipolla. Il pane viene ammollato in acqua fredda, poi strizzato bene e sbriciolato con le mani per formare un composto morbido e fresco.

In ogni casa ne esiste una versione particolare, nata in base ai gusti della famiglia e alla disponibilità del frigorifero, in onore al motto “non si butta via niente”. La panzanella è un po’ come la pizza, la base è sempre uguale ma poi, a seconda del condimento, cambiano i sapori e i profumi. Fresca e leggera, è la protagonista dei pasti estivi, dove viene servita in grandi ciotole di terracotta con l’interno smaltato.

Da toscana DOC amo la panzanella in tutte le sue declinazioni, ma avevo voglia di impiattarla in modo creativo e diverso. Con gli stessi ingredienti ho preparato un millefoglie di pane farcito profumato di aceto di vino e olio extravergine toscano nuovo, dalle note piccanti e dal colore dorato. Poi ho aggiunto il cetriolo, perché nella mia famiglia è l’ingrediente segreto!

Fiocco ai grembiuli!


PANZANELLA 3D

Ingredienti (per 2 persone)

6 fette di pane toscano sciapo (senza sale) tagliate fini
12 pomodorini ciliegino
un cetriolo
mezza cipolla rossa
olio extravergine d’oliva nuovo
aceto di vino bianco
sale e pepe
basilico fresco

Preparazione della ricetta

Tagliate i pomodori a fette e poi conditeli con olio, sale, pepe, aceto e basilico in una ciotola, dove li lascerete insaporire per una ventina di minuti. Con un coltello tagliate la cipolla a rondelle sottili, poi trasferitele in acqua fredda e sale per far perdere loro un po’ di intensità.

Con un coppapasta di 5-6 cm di diametro ricavate sei dischi dalle fette di pane. Scaldate poco olio in una padella e tostate ciascun disco di mollica per 1-2 minuti da entrambi i lati.

Pane toscano raffermo
Foto di Angela Simonelli

Pelate il cetriolo e con il pelapatate formate delle strisce sottili che poi dovrete immergere in acqua fredda in modo che non perdano la loro croccantezza. 

Prendete un po’ di liquido del condimento dei pomodori e bagnate i dischi di pane tostati.

Per impiattare versate un cucchiaino d’olio sul piatto da portata e disponeteci un primo disco di pane. Sistemate qualche fetta di pomodoro, una striscia di cetriolo e 2-3 rondelle di cipolla precedentemente scolati dall’acqua, poi un pizzico di sale, pepe e olio.

Coprite con un secondo disco e farcite allo stesso modo. Terminate la pila con l’ultimo disco di pane e poi decorate con un pezzo di pomodoro e una foglia di basilico.

Servite subito la vostra panzanella 3D e buon appettito!

Prova le ultime ricette di Angela:

Religieuse alla crema con glassa di albicocca
Piada, amore e fantasia!
Sì, viaggiare... e la torta?

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti