SOTTOPIATTO Itinerari

Ski tour in Val di Sole alla scoperta delle delizie gastronomiche della regione

di Camilla Micheletti 28 feb 2019 0

Tra lezioni di sci gourmet e colazioni all’alba, un viaggio per chi ama la montagna e i suoi sapori.

Formaggi della Val di Sole

Foto di Pillow Lab

L’aria frizzante, i raggi di sole che fanno scintillare la neve sulle piste appena battute, le discese ripide e impegnative. L’atmosfera di montagna è magnifica, ma fa anche venire molta fame.

Ed è proprio al languorino che sale dopo una bella mattinata di sci che hanno pensato i membri della Scuola di Sci Val di Sole quando hanno ideato lo Ski Eat Gourmet Snowtour, una giornata di sci in cui il cibo ha un posto d’onore.

Nella valle trentina che può vantare alcune tra le più note località sciistiche della regione, da due anni va avanti una bella collaborazione tra la scuola di sci, l'agenzia per il turismo locale e i rifugi montani. Il tutto a un prezzo accessibile: 80 euro che comprendono aperitivo, pranzo e merenda, oltre alle 6 ore di accompagnamento del maestro di sci (se avete mai provato a fare una lezione di sci saprete che le tariffe sono ben più alte).

La ski area offre la possibilità di visitare, sci ai piedi, 3 importanti località delle Dolomiti del Brenta: Folgarida, Marilleva e Madonna di Campiglio, per un totale di 150 Km di piste e 62 impianti di risalita.

Lo Ski Eat Gourmet Snowtour parte dalla Telecabina Daolasa Val Mastellina, dove il maestro di sci accoglie i partecipanti per un itinerario alla scoperta del comprensorio. Quando la fame inizia a farsi sentire è il momento di fermarsi per il pranzo degustazione allo Chalet Fiat di Madonna di Campiglio: dallo Chalet in vetta al Monte Spinale, ristrutturato nel 2017, si gode di un panorama unico sulle cime circostanti.

Chalet Fiat
Foto di Chalet Fiat

Tra le proposte del pranzo non mancano i grandi classici della cucina di montagna come gli stufati a base di selvaggina, carni da allevamenti locali biologici e materie prime acquistate da fornitori del circondario, come i formaggi dei masi e i prodotti legati alla cucina povera, come crauti e polenta, erbe selvatiche di montagna, frutti rossi raccolti nei boschi. La Val di Sole offre diversi prodotti gastronomici degni di nota, come il formaggio «Casolét» e i tortel de patate, perfetto accompagnamento di salumi e formaggi.

Il pomeriggio di sci si conclude con una bella merenda al Rifugio Solander (2000 m). Chi ha voglia di brindare alla fine della giornata può approfittare di uno dei vini tipici della zona, particolarmente indicato per accompagnare torte e dolci, come il Moscato giallo, che viene lavorato nella versione secca o dolce. Tra le proposte dolci non mancano mai le mele, regine indiscusse della frutta locale, che in queste terre possono addirittura contare su un itinerario turistico a loro dedicato.

Rifugio Solander
Foto di Rifugio Solander

Ski Sunrise: colazione all’alba sulle piste da sci 

Per i più mattinieri (e per gli amanti delle colazioni ricche e abbondanti), la Val di Sole offre anche l'esperienza della Trentino Ski Sunrise, una giornata che inizia alle prime luci dell'alba con la salita a Passo Presena (Passo Tonale) oppure a Pejo 3000, e prosegue con la discesa libera e una ricca colazione.

L'alzataccia in questo caso è compensata dal panorama che si può gustare dalla cima, dall'emozione della discesa alle prime luci dell'alba e dalla colazione a base di torte, croissant, pane, salumi e formaggi che si troverà alla fine della pista, al Rifugio Lo Scoiattolo a Pejo e al Rifugio Capanna Presena al Passo Tonale.


La ricetta dei tortel de patate

Per chi avesse voglia di mettersi alla prova con uno dei cibi più sfiziosi della zona, vi lasciamo la ricetta dei tortei di patate, da replicare anche a casa come accompagnamento a taglieri di salumi e formaggi.
 

Ingredienti:

8 patate piuttosto grosse
3 cucchiai di farina bianca
sale qb
olio qb
Tortei de Patate


Sbucciate le patate e grattugiatele. Aggiungete la farina e un pizzico di sale e amalgamate uniformemente; versate l’impasto in una teglia unta con abbondante olio, aggiungetene ancora un po’ sopra l'impasto e mettete in forno a 250°C. Lasciate cuocere fino a quando in superficie si forma una crosta dorata e croccante. Questo è il procedimento tradizionale per preparare la tradizionale «torta de patate». Altrettanto diffusa è la preparazione dei «tortèi» che invece vengono fritti in padella. Quando l’olio è ben caldo si aggiunge a cucchiaiate l’impasto, avendo cura di rivoltare le frittelle così formate fino a quando saranno ben dorate.

Tortel de patate
Foto di Caspar Diederick
COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti