SOTTOPIATTO Dove mangiare

Ristorante Wildner a Venezia

di Marco Bolasco 12 set 2014 0

Un indirizzo sicuro nella particolare scena gastronomica della Laguna.

Una delle imprese più ardue, in ambito di consigli gastronomici, è quella di trovare, a Venezia, un indirizzo dal buon rapporto qualità/convenienza. Eppure da qualche anno una soluzione c’è, ed è anche cresciuta tanto nella proposta e nella ricerca della materia prima, poco nel conto finale. Si tratta del ristorante della Pensione Wildner, sulla Riva degli Schiavoni (a pochi passi dal vaporetto di San Zaccaria e da San Marco), gestito con passione dal giovane Luca Fullin. Appassionato della laguna e attento selezionatore, Luca offre pochi piatti, ben fatti, dai sapori precisi e ben riconoscibili. 

Cozze di Arborea alla Cassio Pippa (con salsa di pomodori biologici leggermente piccante), Sarde e code di scampi “in saor” con polenta “Biancoperla “ alla griglia di R. Ballan, baccalà mantecato con peperoni, alici del Cantabrico e capperi di Salina. O ancora zuppa di pesce, spaghetti con le telline e bottarga e seppie “in nero e bisi” o fegato alla veneziana. Carne di razza piemontese e polenta bianca da Presìdi Slow Food. Qui si bada alla sostanza, senza troppi fronzoli, ma si è attenti al servizio e ai desideri del cliente, cosa rara in città. La scelta dei vini è frutto del lavoro e della passione del titolare, grande conoscitore delle etichette del territorio, con un’attenzione particolare ai produttori naturali e ai vitigni autoctoni. Si spende intorno ai 60euro per un pasto di qualità, vista della laguna dalla bella veranda inclusa. 

Wildner 
Castello 4161, Venezia 
Tel. 0415227463 
Chiuso: martedì 
Prezzi: circa 55-65euro 
www.hotelwildner.com

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti