SOTTOPIATTO News

Per un pugno di link: quello che scrivono gli altri

di Gabriele Rosso 10 nov 2018 0

La Manna non cade dal cielo, i retroscena sulla pinsa romana, i profumi da mangiare, la California contro lo sfruttamento duro degli animali.

Le cose più interessanti che ho letto sul web negli ultimi giorni.

Questo signore ha salvato la tradizione della Manna, quella che scende dal cielo e con cui puoi ubriacarti
Devo ammettere che prima di leggere questo bell'articolo di Alice Sagona l'unica manna che conoscevo era quella che cade dal cielo, vale a dire che conoscevo soltanto il famoso detto, e nemmeno mi ero mai chiesto cosa potesse essere quella cosa che ci investe scendendo verso di noi dalle volte celesti. Ora che conosco questo prodotto antico e dalla storia nobile non posso che ringraziare la scelta di Munchies di parlarne con un breve reportage fotografico, che rende omaggio a colui che più di altri ha lottato e sta lottando per la sua sopravvivenza. Sì perché come molte altre pratiche agricole e produttive minacciate dall'industria, la raccolta della manna stava quasi scomparendo, e oggi si fa solo più su circa 200 ettari in Sicilia. Non poteva che essere quest'isola, un vero bacino di ricchezza gastronomica, a tramandarne il soffio vitale - Munchies

La pinsa romana è da prendere con le pinse
Lode già al titolo: essendo io un amante dell'ironia mi ha conquistato subito. Scorrendo le righe dell'articolo di Chiara Cavalleris, però, c'è molto di più. C'è una ricostruzione dettagliata di un fenomeno gastronomico, c'è lo svelamento informato della sua storia e del suo presente discutibili, c'è il coraggio (che sia chiaro: oggi è tutto meno che scontato) di dire le cose come stanno, senza tanti filosofismi e giri di parole. Insomma, tutta la questione della Pinsa con la P maiuscola, sta nella strada intrapresa da Corrado Di Marco, che si snoda tra la registrazione di un marchio, l'istituzione di un albo con statuto e regolamento, e l'obbligo per i Pinsaioli che si vogliono definire tali di acquistare una specifica farina. Un percorso incidentato tra ostacoli e paletti che non tiene conto del fatto che il cibo è libertà, scoperta, contaminazione, meticciato culturale e condivisione di saperi. E che le vicende poco chiare hanno le gambe corte - Dissapore

OLTRE CONFINE

Edible fragrance – comes with the questions: who, why and how?
Lo sappiamo fin troppo bene: il mondo del cibo e della gastronomia è affollatissimo di invenzioni che sovente si dimostrano poco comprensibili, nel migliore dei casi, o addirittura stupide, nel peggiore. Non so bene dove infilare la trovata dei profumi edibili studiati e commercializzati da un'azienda che risponde al nome Smith & Sinclair. Non lo sa nemmeno l'autrice dell'articolo, Morwenna Ferrier. Insomma: hanno inventato queste boccette di fragranze contenenti alcol che dovrebbero servire a profumare e insaporire i cocktail. In alternative possiamo spruzzarne un po' sulla nostra pelle e leccare. E mentre lecchiamo, alla quarta o quinta passata di lingua, magari inizieremo a chiederci perché c'è tutta un'industria del cibo che ci vuole prendere per la gola con cibi o ritrovati che sanno di... È davvero così impellente fuggire dai profumi e dai sapori veri e rifugiarci in un mondo che è la rappresentazione sbiadita e ingessata di quello reale? - The Guardian

California obliga por ley a ampliar las jaulas de los animales de granja
Com'era normale che fosse, nella fibrillazione garantita dalle elezioni di Midterm americane, che hanno visto i Democratici riconquistare la Camera e i Repubblicani confermarsi al Senato, ci siamo persi tante consultazioni minori, comprese quelle referendarie. Tra queste ce n'era una in California che ci potrebbe interessare, perché riguardava le dimensioni delle gabbie e dei recinti in cui si allevano galline ovaiole e maiali da riproduzione. Insomma, gli illuminati amici californiani hanno deciso che era arrivata l'ora che lo Stato alleviasse per legge le condizioni spesso brutali in cui alcuni animali da allevamento vengono trattati quotidianamente, e il 61% dei votanti lo ha appoggiato. Tante organizzazioni animaliste hanno protestato dicendo che si è chiesto e ottenuto troppo poco. A me sembra comunque un primo passo, e i primi passi non vanno sgambettati. Nel frattempo in Europa e in Italia tutto tace, sigh! - El Paìs

IN PILLOLE

La vera natura della Natura
Ok, qui non si parla specificatamente di cibo, ma il cibo c'entra, eccome - Il Magazine

The Ecosystem in Immigrants’ Guts Is Shaped by the Place They Call Home
Un articolo che parla di come cambia la popolazione microbiotica dell'intestino umano in seguito alle migrazioni - The New York Times

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti