SOTTOPIATTO Cibi & Ricette

International Gin Tonic Day: il comfort drink per eccellenza

di Camilla Micheletti 09 apr 2019 0

Celebrazione e ricette del cocktail preferito di un’intera generazione, declinato in diverse varianti.

Siamo ormai quasi usciti dalla febbre del gin tonic, la tendenza che ha incrementato in maniera esponenziale il numero di bottiglie sugli scaffali, ma il cocktail più rinfrescante di tutte le drink list continua a spopolare nelle vendite.

Il merito di questa moda è proprio quello di aver nobilitato un distillato un tempo bistrattato e considerato di bassa qualità, concentrando l’attenzione sulla sua versatilità e sulla possibilità di distillarlo praticamente ovunque: oggi non esiste paese – occidentale e non – che non possa vantare almeno un brand di gin.

L’International Gin Tonic Day, che cade il 9 aprile, è il giorno giusto per parlare del cocktail che ha avvicinato intere generazioni (dai Millennials in su) al mondo dei distillati. Del resto i motivi del suo successo sono palesi: versatile, economico (almeno nel processo di produzione), perfetto a ogni latitudine, personalizzabile e abbinabile a praticamente qualsiasi cosa.

Tutte caratteristiche che nel mondo della mixology pochi altri cocktail possono vantare, che hanno fatto del gin tonic un vero e proprio comfort drink, l’equivalente delle lasagne e delle polpette in versione alcolica.

Ecco i consigli di Pellegrini S.p.A., distributore di vini e distillati di alta qualità, per preparare un Gin Tonic a regola d'arte a base di Koval Dry Gin, proveniente direttamente da Chicago.


INGREDIENTI

3 parti di Koval Dry Gin
7 parti di acqua tonica
1 scorza di limone
1 fettina di limone
5 cubetti di ghiaccio


PROCEDIMENTO

Mettere nel tumbler il ghiaccio a cubetti e il Koval Dry Gin. Sfregare la parte bianca esterna della scorza di limone, ricca di oli essenziali, sul bordo del bicchiere e metterla nel tumbler. Lasciare riposare per circa 10 secondi. Aggiungere l’acqua tonica. Mescolare delicatamente. Decorare con una fettina di limone. Un tocco in più? Un paio di gocce di angostura e il gioco è fatto!

Foto di Pellegrini S.p.A.

Il gin tonic permette di sperimentare con diversi tipi di ingredienti, ma è uno in particolare che si è meritato il primato di utilizzo: il cetriolo. Ecco una ricetta che sfrutta la semplicità e la freschezza dell’ingrediente che caratterizza casa Hendrick’s – il cetriolo – rivisitandolo attraverso un’aria che va a coprire la parte superiore del cocktail. Il cocktail è stato ideato da Dom Costa, bartender internazionale esperto di storia del bartending, per il progetto A SLICE OF UNUSUAL 2018 con cui il brand ha celebrato la stravaganza e l’originalità.


HENDRICK’S BUBBLE BATH by Dom Costa:

50 ml Henrdick's Gin
150 ml Fever Tree Tonic Water
Aria di cetriolo

Versare in un bicchiere da long drink con ghiaccio 50 cl di Hendrick’s Gin, aggiungere la Fever Tree Tonic Water.


Per l’aria di cetriolo:

Mescolare e aggiungere in superficie la nuvola di cetriolo. Sbucciare mezzo cetriolo e frullarlo con circa 60 cl di acqua. Filtrare con un colino, aggiungere mezzo cucchiaino di sucroestere, frullare nel blender e montare con un montaschiuma per il cappuccino. Guarnire il cocktail con due o tre cucchiaiate di aria di cetriolo e, se possibile, spruzzare olio essenziale in spray (limone, cardamomo ecc.).

Foto di Hendrick's
COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti