SOTTOPIATTO Itinerari

Enoturismo in Piemonte: 3 cantine da visitare

di Camilla Micheletti 11 lug 2019 0

Come rendere indimenticabile l’esperienza di visita in cantina.

Il recente Decreto sull’enoturismo – firmato dal ministro Centinaio il 14 marzo – ha focalizzato l’attenzione su molti elementi che possono fare la differenza durante una visita in cantina, fornendo linee guida e standard minimi che possano garantire la qualità del servizio. In particolare, l’apertura settimanale o stagionale per almeno 3 giorni, l’uso di strumenti di prenotazione, la presenza di una pagina web aziendale e la preparazione del personale addetto all’accoglienza.

Elementi fondamentali che sono il primo passo per fare chiarezza su un settore troppo spesso trascurato ma che rappresenta una risorsa importante per l’economia del nostro Paese.

Accanto a queste caratteristiche, però, permangono i valori immateriali, quelli che sono in grado di rendere indimenticabile l’esperienza di visita in cantina.

Abbiamo provato a riassumerli con un percorso tra le vigne del Piemonte, attraverso tre aziende molto diverse tra loro, ognuna con una storia da raccontare e una diversa idea di accoglienza.


La passeggiata in vigna

Slow Wine, la guida al vino di Slow Food, porta avanti questa battaglia da anni. Oggi per fortuna sono sempre di più i produttori – e i visitatori – che vedono nella “passeggiata in vigna” lo strumento perfetto per entrare in contatto con ciò che si andrà ad assaggiare nel bicchiere.

Lo sa bene Francesco Bellocchio, titolare dell’azienda Vigne Marina Coppi. Siamo vicino a Tortona, precisamente a Castellania, patria del campione di ciclismo Fausto Coppi, e a portare in giro i visitatori per le vigne che circondano il paese è spesso proprio Francesco, nipote di Coppi. Attraverso la visita in vigna si scoprono tante curiosità, per esempio che una parte dei terreni di quest’area storicamente vocata alla produzione di Timorasso è in realtà ricco di marne di Sant’Agata (le stesse rocce che si trovano nella zona del Barolo e del Barbaresco), da cui nasce il loro Nebbiolo Lindin.

Vigne Marina Coppi

Una finestra sul territorio

Ci spostiamo a Barbaresco, da Bruno Rocca, nome storico della viticoltura piemontese. Durante le degustazioni in cantina Luisa Rocca, che insieme al fratello Francesco porta avanti oggi l’azienda, descrive con passione i vigneti acquistati nel tempo dalla famiglia nei cru Rabajà, Currà, Fausoni, Marcorino e San Cristoforo. Una mappa dettagliata mostra la posizione di ogni vigna, che viene raccontata nelle sue caratteristiche peculiari: età, terreno, esposizione. Elementi che durante la degustazione delle diverse etichette prodotte dalla cantina si ritrovano con piacere in ogni calice.

Bruno Rocca

Filosofia e tradizione

Le mode nel mondo dei vini sono spesso elementi da cui non si può prescindere. È per questo motivo che Giovanni Corino, produttore di Barolo a La Morra, incuriosisce subito i visitatori quando spiega che i suoi Barolo “modernisti” oggi non vanno di moda. Dietro queste parole ci sono infatti storia, tradizione e filosofia di un’azienda cresciuta nel solco della rivoluzione del Barolo, quando nel 1987 decisero di intraprendere una strada vitivinicola innovativa, mantenendo l’impronta caratteristica del territorio con diradamenti in vigna per una migliore qualità, fermentazioni brevi a temperatura controllata e affinamento in botti piccole di rovere francese.

Giovanni Corino

Una storia da raccontare

L’elemento più importante per gli enoturisti, infine, è la possibilità di entrare in punta di piedi nel mondo misterioso e affascinante della produzione vinicola. Non troppo tecnica, non troppo superficiale, la visita in cantina deve incuriosire e appagare i visitatori e, soprattutto, deve regalare una bella storia che possa essere portata a casa e ricordata. È quella storia, infatti, a fare la differenza quando ci si reca in enoteca ad acquistare una bottiglia, con il desiderio di ritrovarla nel bicchiere che si andrà a degustare una volta tornati a casa.


AZIENDE

Vigne Marina Coppi

Via Sant'Andrea, 5
15051 Castellania (AL)
+39 0131 837089
www.vignemarinacoppi.com

Bruno Rocca

Strada Rabajà, 60
12050 Barbaresco (CN)
+39.0173.635112
www.brunorocca.it
 

Giovanni Corino

Fraz.Annunziata 25/b - 12064 - La Morra(CN)
+39 0173509452
www.corino.it


Leggi gli ultimi articoli di Camilla Micheletti:

La pasticceria tradizionale francese interpretata da Cedric Grolet
Ristorante Cacciatori: come rendere attuali 200 anni di cucina di tradizione e ospitalità
5 cocktail Low Calorie che non vi aspettereste mai 

 

 

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti