SOTTOPIATTO Cibi & Ricette

Detox post natalizio? Etnico, diverso e gustoso!

di Camilla Micheletti 10 gen 2019 0

2 ricette e alcuni consigli per affrontare al meglio la “remise en forme” di inizio anno.

Le vacanze natalizie sono ormai alle porte e come ogni anno è arrivato il momento in cui si fanno i conti con la bilancia: se è naturale esagerare a Natale, tra pranzi e cene con colleghi, amici e parenti, è altrettanto consigliabile programmare un periodo di detox una volta terminati i bagordi.

Il termine “detox” deriva dalla parola inglese “detoxify” e letteralmente significa “disintossicare”, ovvero eliminare le sostanze tossiche, quindi depurare.

Il detox delle nostre nonne era il digiuno – settimanale o rituale –, ma oggi ci sono tanti altri modi per far fronte agli eccessi della fine dell'anno rispettando il gusto e la nostra voglia di assaporare cibi nuovi e gustosi.

Pensiamo per esempio al cibo etnico: sempre più accessibili e conosciuti, piatti come il poke, le alghe, le insalate, le verdure speziate e persino il sushi possono aiutarci a rimetterci in forma con gusto.

Vediamo insieme alcuni alimenti consigliati e 2 ricette perfette per il detox di inizio anno.

Alghe: kombu, nori, spirulina, wakame

Oltre a purificare sangue e intestino, le alghe apportano sostanze nutritive e sali minerali che possono aiutare, se assunte con moderazione, in caso di stitichezza e di intestino irritabile. Anche assunte come integratori, per esempio la spirulina o la klamath, aiutano a riassorbire le tossine presenti nell’intestino. Possono essere utilizzate in insalate, oppure per aromatizzare zuppe e minestre.

Klamath

Frutta secca poco conosciuta: noci del Brasile e Macadamia, noci pecan, anacardi

In ogni regime detox è consigliabile assumere grassi buoni, che si possono trovare in alimenti come olio extravergine di oliva, avocado e frutta secca. Per grassi buoni si intendono gli acidi grassi insaturi, soprattutto gli acidi grassi Omega-3 e Omega-6 che sono molto utili per mantenere il nostro organismo sano. I grassi favoriscono infatti l’assimilazione delle vitamine liposolubili.

Noci del Brasile

Cereali integrali e senza glutine: riso integrale, quinoa, miglio, grano saraceno

Aiutano la regolarizzazione delle funzioni intestinali, formando una sorta di protezione per l’apparato digerente nei confronti delle malattie. Cereali germogliati aggiunti in piccole quantità ai pasti hanno un effetto nutriente ed energizzante.

Il sushi

Anche nelle fasi detox serve un po’ di gratificazione: se siete amanti del sushi potete concedervi una volta ogni tanto una cena o un pranzo a base del celebre cibo giapponese. Il pesce, infatti, fornisce le proteine, mentre il riso (in poca quantità) i carboidrati e le alghe sono antiossidanti e attivatori naturali del metabolismo. Infine, potete provare a usare il wasabi (la pasta molto piccante a base di rafano) anche per condire verdure e carni magre: l’effetto riscaldante sarà molto benefico sia per il benessere delle vie respiratorie sia per bruciare più rapidamente grassi e calorie.

Wasabi, pasta molto piccante a base di rafano

LE RICETTE

Involtini di alga nori con hummus

Per 2 persone

2 funghi champignon grandi
2 cucchiai di olio di sesamo
1 pizzico di peperoncino piccante in polvere
1 cucchiaino di semi di sesamo
50 g di ceci (già cotti)
50 ml di succo d’arancia
1 pizzico di cumino in polvere
1 carota
1 peperone rosso
4 grandi foglie di spinaci freschi
2-4 fogli grandi di alga nori
Sale grosso
1 pizzico di sale

Preparazione: circa 25 minuti
A persona circa 190 kcal/795 kJ


Pulite i funghi e tagliateli a fettine. Mescolateli con l’olio di sesamo, il peperoncino e i semi di sesamo, poi teneteli da parte.

Per l’hummus, versate i ceci in uno scolapasta e sciacquateli sotto l’acqua fredda corrente. Metteteli nel bicchiere del mixer, unitevi il succo d’arancia, il cumino e il sale, poi frullate il tutto.

Pulite la carota e il peperone e tagliateli a pezzetti. Lavate gli spinaci e fateli a listarelle.

Disponete le foglie di alga con il lato liscio sulla superficie da lavoro. Distribuitevi l’hummus e sopra questo le verdure, lasciando 2 cm di bordo libero su ogni lato. Spargetevi il sale grosso, quindi spennellate i lati delle foglie con un po’ di acqua e arrotolate le alghe. Se volete, potete poi tagliarle a rondelle con un coltello molto affilato.

Info

Con il termine “nori” si intendono circa 30 varietà di alghe commestibili. In commercio le alghe nori si trovano pressate ed essiccate, in fogli sottili.

Involtini di alga nori con hummus

Pudding di mandorle e chia con dadini di mela

Per 2 persone

1 baccello di vaniglia
3 cucchiai di semi di chia
200 ml di latte di mandorle non zuccherato
2 cucchiai di crema di mandorle
2 mele mature
50 g di mandorle pelate

Preparazione: circa 25 minuti (più il tempo di ammollo)
A persona circa 330 kcal/1382 kJ


Incidete il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza e raccogliete il midollo con un coltello. Versate in una ciotola i semi di chia con il midollo di vaniglia, il latte di mandorle e la crema di mandorle, mescolate

bene, poi fate ammollare in frigorifero per almeno 1 ora, meglio se per una notte intera. Aggiungete più latte se preferite un pudding più sodo, viceversa toglietene un po’ se lo preferite più morbido.

Lavate le mele, privatele del torsolo e tagliatele a dadini. Fate tostare le mandorle in una padella antiaderente senza aggiunta di olio, fino a quando saranno ben dorate. Distribuite i dadini di mela e le mandorle sul pudding e servite.

Effetto detox:

La vaniglia aumenta la produzione di serotonina, il cosiddetto “ormone della felicità”, e attenua lo stress.

Pudding di mandorle e chia con dadini di mela
COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti