SOTTOPIATTO Via dei Gourmet

Cucina per l’anima, la prima scuola di cucina vegana professionale d’Italia

di Roberta De Salvador 12 lug 2018 0

 

A Ponsacco, alle porte di Pisa, lungo la mitica Fi-Pi-Li, c’è un posto che non t’aspetti. Tra i capannoni e l’immancabile centro commerciale Coop, c’è “Cucina per l’anima”, la scuola di cucina ospitata dal centro studi Bhaktivedanta. A coordinare i fornelli Marisa Scotto, moglie di Marco Ferrini, creatore del centro di studi di scienze indiane. Insieme a lei, nomi importanti come Pietro Leemann e Sauro Ricci, direttamente dal Joia di Milano (il primo locale vegetariano stellato d’Italia e d’Europa) e Simone Salvini.

Una scuola così non poteva che nascere in Toscana, culla della cultura italiana. Il progetto sul cibo non è fine a sé stesso, chiude un cerchio più ampio. “Dietro al cibo e alla maniera in cui ci si accosta ad esso si nascondono molte delle nostre dinamiche psichiche – afferma Ferrini. Attraverso ciò che mangiamo e come ci nutriamo, possiamo avvertire e percepire il nostro stesso atteggiamento nei confronti della vita. La scienza indovedica spiega il valore del cibo a seconda della natura psicologica del soggetto che lo consuma”.

Lo spirito della scuola va oltre: i corsisti vengono catapultati nel benessere dell’anima. Al di là delle ricette, quel che si insegna qui è come apprezzare ciò che la natura ci dà e come il cibo può trasmettere vitalità al nostro corpo, col fine ultimo di far star bene anche lo spirito.

>>> Continua a leggere su Via dei Gourmet <<<

 

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti