Mille vignaioli, ma una sola Madame Leroy

Esistono migliaia di vignaioli, ma una sola Lalou. Esistono migliaia di produttori di vino: bravi, meno bravi, seghe impresentabili; modesti, estroversi, cupi e spigolosi come un orso marsicano, presuntuosi, vanesi,...[leggi]

01 nov 2017 2

Cos’è il palato assoluto e perché non è per forza un superpotere

L’espressione orecchio assoluto non allude alla deludentissima sindaca della capitale, ma indica una peculiare capacità: quella di identificare l’altezza assoluta di una nota musicale. Un musicista professionista, o anche un...[leggi]

18 ott 2017 0

Carbonnieux e la DS

Anche nei sergenti di ferro della degustazione, nei soggetti più coriacei che non si fanno condizionare dalle regalìe del produttore, figuriamoci da una stupida e inerte etichetta, una sottile vena di imprevedibilità emotiva può...[leggi]

04 ott 2017 5

Considerazioni sparse sul vino di Madeira

Titolo e sottotitolo del post sono volutamente fuorvianti. Le considerazioni sparse le faccio invece sull’ormai scivolosissimo tema del “vino naturale”: unire alla parola vino l’aggettivo naturale in una qualsiasi prima pagina...[leggi]

29 set 2017 2

I produttori di vino tra ideali e principio di realtà

I produttori di vino si dividono in 2.122 categorie. Per comodità espositiva ne tralascio 2.120 e dico che i produttori di vino si dividono in due categorie: quelli che amano i propri vini e vogliono farli proprio come li fanno –...[leggi]

08 set 2017 2

La convalescenza e il teorema dell'impulso

Premessa post-operatoriaSono disordinato da sempre, specie con i libri e i documenti cartacei. Libri e documenti si accumulano in pile caotiche sul tavolo e su altre superfici d’appoggio (esclusi i fornelli; almeno per il...[leggi]

22 ago 2017 0

La sconfitta epocale dello zucchero

Mi interrogo da tempo sulla mia difficoltà a trovare Champagne davvero convincenti per il mio gusto. Mi interrogo, rimango insoddisfatto delle mie risposte e mi rimando al banco con un’insufficienza. Perché infatti essere...[leggi]

09 ago 2017 0

Troppo caldo, troppo freddo, giusto

In una fase neanderthaliana della propria evoluzione, il bevitore di vino si beve (appunto) qualsiasi diktat provenga dai sedicenti esperti: massime in questioni di servizio delle bottiglie. “Il Chianti va a 15 gradi...[leggi]

23 giu 2017 0

Il Chianti e il vecchio vinaio di Piazza Capranica

Ogni città, cittadina, paese, frazione d’Italia conta i suoi wine bar. Entri e ti serve un gestore di wine bar, o wine expert. Prima invece c’erano le vinerie e chi vendeva vino si chiamava vinaio. Il vecchio vinaio di piazza...[leggi]

07 giu 2017 0

Le tendenze nel mondo del vino: borsino semi estivo

Ho un po’ trascurato il borsino delle mode nel vino, che ha perso una cadenza regolare in questo blog nonostante numerosi, numerosissimi parenti mi sollecitassero a riprenderne le fila. A poche settimane dall’estate ne pubblico...[leggi]

02 giu 2017 2