Un vino leggero nella terra di Rossini

Tornare in un luogo dopo decenni svela spesso la consistente quota di idealizzazione dei percorsi mnemonici, soprattutto se con il passare del tempo le bevute di vino cancellano i ricordi più grigi e lucidano quelli emozionanti....[leggi]

19 apr 2017 0

Un vero vino dell’Etna, finalmente

Un tempo conosciuti e bevuti solo fino a duecento metri dal confine del comune di Bronte, i vini dell’Etna sono oggi sulla lingua – metaforicamente e letteralmente – di appassionati del mondo intero. Dal freddissimo villaggio di...[leggi]

14 apr 2017 0

L’esperimento estremo, o della resistenza stoica di un Montepulciano d’Abruzzo

Per saltare il preambolo si passi al paragrafo che inizia con: “Per rafforzare queste convinzioni…”La meglio regola è de no andar drio la regola, ricordava Veronelli – da buon libertar/antiaccademic/insofferent/...[leggi]

12 apr 2017 3

Taste Alto Piemonte: i profumati rossi del Nord in degustazione

Nel passato recente e remoto ho ammesso più o meno candidamente di ammirare i grandi rossi langaroli ma di trovarli sempre più spesso di non facilissima bevibilità. Il cambiamento climatico c’entrerà o non c’entrerà per niente,...[leggi]

06 apr 2017 3

Abbinamenti del vino con la carne rossa: cosa funziona e cosa no

Nella fortunata serie televisiva Billions, seconda stagione, episodio 6, un riccone mostra con orgoglio la sua stanza delle carni in frollatura, un locale che comuni mortali adibirebbero a tinello o sala da pranzo. Il personaggio...[leggi]

02 apr 2017 3

Bottiglie da sogno: lista parziale e irraggiungibile

Un sospetto fastidioso si fa strada nella mia mente. Come lo Schopenhauer di Allen (“La denominò ‘volontà’, ma il suo medico la diagnosticò come febbre da fieno. Negli ultimi anni egli fu profondamente amareggiato da ciò, o più...[leggi]

29 mar 2017 4

Oro e altri metalli liquidi

L’élite delle regioni conosciute a livello planetario per la produzione di vini dolci e/o liquorosi non comprende il Languedoc-Roussillon, area francese nota più per i robusti rossi a base di carignan, mourvèdre, grenache, syrah,...[leggi]

24 mar 2017 0

Regaleali, o dell’antica, nuova enologia siciliana

“Torniamo all’antico e sarà un progresso”. La sentenza di Verdi è del 1871, ma sembra lo slogan sulla maglietta – in cotone equo e solidale – di un vinoverista alternativo di oggi. Come tutti gli aforismi è evocativo ma presta il...[leggi]

22 mar 2017 0

Un nuovo vino di Mario Macciocca

L’inarginabile Mario Macciocca, del quale ho già avuto modo di sottolineare la proteiforme ricchezza di attività diurne (trascrivo da Vini da Scoprire: “giocatore della nazionale italiana di football americano, quasi laureato in...[leggi]

17 mar 2017 0

Bianchi dell’Alto Adige: alcuni 2015

I bevitori più attenti sanno aspettare che un bianco giovane dia il meglio di sé; il quale meglio arriva, con frequenza statistica significativa, dopo almeno due anni dalla vendemmia. Come molti colleghi, ho ribadito questa...[leggi]

15 mar 2017 1