Si fa presto a dire "senza firma"

Quando Michel Bettane, illustre collega francese ormai decano della critica enologica transalpina, mi parlò per la prima volta di vini sans signature, "senza firma", trovai l'espressione particolarmente efficace. Si...[leggi]

28 giu 2017 0

Troppo caldo, troppo freddo, giusto

In una fase neanderthaliana della propria evoluzione, il bevitore di vino si beve (appunto) qualsiasi diktat provenga dai sedicenti esperti: massime in questioni di servizio delle bottiglie. “Il Chianti va a 15 gradi...[leggi]

23 giu 2017 0

Trasfigurazione di un bianco estivo

“Gli studenti di Zen stanno coi loro maestri almeno dieci anni prima di presumere di poter insegnare a loro volta. Nan-in ricevette la visita di Tenno, che dopo aver fatto il consueto tirocinio era diventato insegnante. Era un...[leggi]

21 giu 2017 0

Fare vino, o dell’impossibile coerenza

Bisogna avere il massimo rispetto per chi fa vino: è un’impresa da far tremare le vene dei polsi e delle caviglie. Di solito si pensa a un’azienda vinicola come a un’entità monolitica e coerente: “I vini di Caldobaldi non mi...[leggi]

16 giu 2017 0

La scelta per vitigno come semplificazione della realtà

Valutare un vino dall’uva da cui è ottenuto è sempre una piccola sconfitta culturale, anche per un bevitore illuminato. Il vitigno costituisce un orientamento di larga massima ed è soggetto a forti vibrazioni strutturali in caso...[leggi]

14 giu 2017 0

La mimica facciale e il Vermentino ligure

“L’espressione dice tutto”.“Come, mi scusi?”.“Proprio così, l’espressione dice tutto. Faccio il produttore di vino da decenni, in cantina passano centinaia di visitatori ogni anno. Ascolto quello che dicono ma capisco cosa...[leggi]

09 giu 2017 0

Il Chianti e il vecchio vinaio di Piazza Capranica

Ogni città, cittadina, paese, frazione d’Italia conta i suoi wine bar. Entri e ti serve un gestore di wine bar, o wine expert. Prima invece c’erano le vinerie e chi vendeva vino si chiamava vinaio. Il vecchio vinaio di piazza...[leggi]

07 giu 2017 0

Le tendenze nel mondo del vino: borsino semi estivo

Ho un po’ trascurato il borsino delle mode nel vino, che ha perso una cadenza regolare in questo blog nonostante numerosi, numerosissimi parenti mi sollecitassero a riprenderne le fila. A poche settimane dall’estate ne pubblico...[leggi]

02 giu 2017 2

Tecniche di degustazione: il temibile effetto di alone

Ho più volte parafrasato la nota boutade di Winston Churchill sulla democrazia adattandola all’assaggio comparato, facendola suonare come “la peggiore forma di degustazione, eccezion fatta per tutte le altre forme sperimentate...[leggi]

31 mag 2017 1

Contrordine amici, i vini hanno da essere naturali e poco alcolici

Rilanciato e commentato dall’ottimo Angelo Peretti, il recente editoriale di Matt Kramer nel Wine Spectator, la più letta – e devozionalmente riverita da molti produttori connazionali – pubblicazione specializzata nel...[leggi]

26 mag 2017 1