il BOTTIGLIERE Riflessioni

Mode del vino: dati di giugno 2018

di Fabio Rizzari 31 mag 2018 3

Con inescusabile ritardo torna la rilevazione delle curve di andamento modaiolo di semplici enofili e affermati enosnob.

Con l’approssimarsi dell’estate, e in vista di una delle prossime otto elezioni politiche (di qui a ottobre), ecco un sintetico aggiornamento sull’ondivago andamento delle mode del vino. In questo post concentriamo la rilevazione – ottenuta come sempre tramite voltmetro analogico idroalcolico – sui titoli che la gente up-to-date presceglie per le proprie faccende vinose.  

Titolo delle manifestazioni sul vino:

• Le grandi espressioni del/della (Doc a scelta)

• I grandi terroir di (area produttiva a scelta) 

• Vino più singolo aggettivo pseudo-anticonvenzionale a scelta (vino ribelle, vino corsaro, vino nudo, vino indipendente, vino anarchico, etc) 

• Vino più singola parola pseudo-anticonvenzionale inglese (naked wine, critical wine, wine rebels, wine anarchist, etc) 

• Sagra della salsiccia e del (vino a scelta)

• Giochi di parole con “di-vino” e “di-vini” 

• Alla corte di (alla tavola di, in onore di) Bacco 


Titoli delle serate a tema:

• I grandi terroir della Borgogna

• I grandi cru di Bordeaux

• Vino e Harley Davidson anni Sessanta

• Vino e carotaggio minerario in Canada

• Vino e carsharing 

COMMENTI (3) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

amadio ruggeri
1 giugno 2018 09:45 Ciao Fabio, hai per caso il rilevamento di "vino e arte"?
Fabio Rizzari
1 giugno 2018 11:52 certo: prossimamente
VOCATIVO
1 giugno 2018 16:17 Non sapevo che il vino e il carotaggio minerario in Canada tirassero così tanto. Immagino che il (minimo) comun denominatore sia... la mineralità, soprattutto ricordi di idrocarburi o anche goudron.