il BOTTIGLIERE Attualità

Arriva la nuova edizione di Barolo MGA

di Fabio Rizzari 14 set 2018 0

Torna disponibile una delle più scientifiche e documentate pubblicazioni del panorama editoriale italiano sul vino.

Alessandro Masnaghetti

Uno va all’estero, poniamo alla cena di gala dell’Union des Grands Crus di Bordeaux, prende un produttore o un addetto ai lavori qualsiasi, gli chiede: “chi conoscete di critici italiani del vino”, e gli rispondono: “ma perché, in Italia esistono critici di vino?”

Il solito auto-taglio di coglioni, il solito atteggiamento esterofilo, il solito appecoronamento davanti alle virtù che fioriscono fuori dei confini nazionali? Eh, magari. Invece è una mesta evidenza. Un nome almeno, tuttavia, è ampiamente noto e stimato da decenni tra i giornalisti enoici, quello di Alessandro Masnaghetti.  
Per una sintetica biografia e un riassunto del cursus honorum del Masna rimando ad altri post, pubblicati in questo blog e altrove.

Qui mi limito a segnalare, con il giusto entusiasmo, la nuova uscita del fortunato Barolo MGA. Nuovi dati aggiornati al 2018 sulle Menzioni Geografiche Aggiuntive e i relativi proprietari; nuove aziende (oltre cinquanta case vinicole in più); mappe, tabelle geologiche, etc etc. Insomma informazioni professionali in sovrabbondanza sull’area produttiva più iconica – dicono i parlatori eleganti – del nostro paese.

Il che si somma al secondo volume di Barolo MGA uscito a maggio, contenente, tanto per gradire:

- mappa delle MGA (1970)
- 130 MGA attuali mappate e catalogate in base all’epoca di vendemmia
- zona di produzione e l’evoluzione dei suoi confini dai primi decenni del ’900 fino all’avvento della DOCG
- ultime 18 annate descritte nel dettaglio, con dati di temperatura, piovosità ed epoche di vendemmia
- serie storiche delle date di vendemmia di alcune tra le più prestigiose cantine della denominazione
- proprietari in Vigna Rionda dagli anni ’30 ad oggi
- saggio integrale di Ferdinando Vignolo-Lutati sulla delimitazione delle zone a vini tipici (1929).

E scusate se è poco.

Dato il "respiro" dell'opera, l'ambizione legittima pare essere di proporre una sorta delle éditions Feret sui vini di Bordeaux: si arricchisce e si rinnova anno dopo anno, e ha ancora in catalogo le vecchie edizioni dell'800.  
 
Ieri ho scambiato due chiacchiere due con il Masna, che riporto di seguito con il beneficio dell’inventario (la mia memoria non è più quella di due settimane fa):

- allora, quale pensi sia la novità principale?
- direi le 36 pagine della nuova sezione sulla geologia. Sono anni che nutro diversi dubbi sulle definizioni che vengono tramandate da tempo immemore senza un reale approfondimento: “eh, qui le marne di Sant’Agata marcano…” Chi cavolo ha mai incontrato Sant’Agata per un parere tecnico?
E fuori di scherzo, chi si è davvero messo a fare ricerche sull’impatto della geologia dello strato di superficie sulle vigne di Barolo? Elveziano, Tortoniano, ok. Ma quelle sono formazioni di profondità, per la vite occorre un pedologo, ovvero chi studia il suolo agricolo.
Come ho già scritto, “Quanto ai differenti caratteri che il Barolo può assumere a seconda dei tipi di terreno, gli abbinamenti Tortoniano/eleganza Serravalliano/potenza, che spesso si trovano in letteratura, sono da ritenere a mio parere semplicistici se non addirittura fuorvianti. E per capirlo basterebbe confrontare un Barolo delle Brunate con un Barolo di Monvigliero, che rientrano entrambi nella zona delle Marne di Sant’Agata Fossili… con buona pace dei palati “fini”. 

- Mi citavi il Feret sui vini di Bordeaux, un'altra area che conosci centimetro per centimetro.
- beh sì, l'idea in fondo è un po' quella: avere un libro pubblicato periodicamente che traccia l'evoluzione di una zona. Ogni singola uscita con una sua propria dignità di indagine e un suo significato storico.  
- Ottimo. Complimenti.
- Grazie.    

Barolo MGA Vol.1 prima edizione: euro 55,25 acquistabile presso Giunti
Barolo MGA Vol. 1 seconda edizione e il Vol. 2 sono invece acquistabili tramite il sito Enogea.it

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti