APPUNTI in cucina Ricette e fai così

Panini viennesi

di Annalisa Barbagli 11 ott 2016 0

Soffici e profumati, sono ottimi se farciti e si possono anche congelare.

Panini viennesi

Foto di Annalisa Barbagli

Appena sfornati viene voglia di mangiarne uno subito, ancora caldissimo; sono così soffici e profumati che sembrano brioches. Ma anche se c’è un po’ di zucchero non sono panini dolci e sono ottimi farciti con un velo di burro e una fetta di prosciutto crudo, nonché con miele o marmellata per la colazione, previo un passaggio nel tostapane dopo averli divisi a metà. Insomma, sono proprio buoni e stanno bene con tutto. E anche congelati e scongelati rimangono perfetti.

Ingredienti per 8 panini

300 g di farina (metà 00 e metà Manitoba)
4 g di lievito di birra disidratato (poco più di metà bustina)
180 m di latte
50 g di burro morbido
2 cucchiai semicolmi di zucchero
un cucchiaino da caffè di sale

un tuorlo per dorare i panini 

Preparazione della ricetta

Setaccio le farine nella ciotola dell’impastatrice e le miscelo con il lievito e lo zucchero. Faccio una fontana e ci verso il latte appena tiepido, quindi avvio l’impastatrice a velocità media e la faccio andare per 5-6 minuti fino a quando l’impasto prende corpo. A questo punto unisco il sale e, poco alla volta, il burro a fiocchetti e faccio impastare fino a quando la pasta si stacca dalle pareti raccogliendosi intorno al gancio.

Rovescio l’impasto sulla spianatoia infarinata, formo una palla e la sistemo in una ciotola anch'essa infarinata, poi la copro con un panno umido piegato in quattro e lascio lievitare per un paio d’ore fino al raddoppio.

Rotolo la pasta sulla spianatoia poco infarinata formando un lungo salsicciotto che divido in pezzi da 70 g. Premendo e rotolando ogni pezzo con il palmo della mano tenuto a coppa, modello delle palline e le rotolo, premendo, per formare dei filoncini che sistemo in po’ distanziati su una placca rivestita di cartaforno.

Li copro con la pellicola e li faccio lievitare ancora per circa tre quarti d’ora.

Accendo il forno a 200°. Pennello i panini con il tuorlo diluito con un cucchiaio d’acqua e poi li incido in orizzontale in tre punti, con una lametta (ci vuole proprio la lametta; il coltello anche se affilatissimo non è sufficiente perché si incolla alla pasta).

Passo i panini nel forno arrivato a temperatura e li faccio cuocere per 10 minuti esatti. Li sforno e li passo subito su una griglia.

Una volta freddi si possono surgelare lasciandoli poi scongelare a temperatura ambiente.

 

 

COMMENTI (0) AGGIUNGI UN COMMENTO



* Campi obbligatori

Non ci sono commenti